Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bonus Covid, si computa anche l’attività extra-Iva

Per accedere al contributo Covid-19 vanno computate anche le somme fuori campo Iva non fatturate. È la risposta ad interpello n. 350 delle Entrate, in cui l’istante svolge sia attività rientranti nell’ambito di applicazione dell’Iva che fuori campo Iva e chiede come vada effettuato il calcolo per accedere al contributo Covid-19 (art. 25 del decreto Rilancio), dato che i ricavi delle sole operazioni rilevanti ai fini Iva sono compresi tra 400 mila e un milione di euro, mentre quelli fuori campo Iva supererebbero la soglia del milione di euro. A tal proposito, l’Agenzia ha richiamato la disposizione di cui al comma 5 dell’art. 25, secondo cui «l’ammontare del contributo è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019, stabilita in misura diversa in relazione alla soglia dei ricavi o compensi del periodo precedente, ossia nella misura del: 20% se non superiori a € 400.000; 15% se compresi fra € 400.000 e un milione; 10% se superiori a un milione e fino a 5 milioni». In questo caso, le somme escluse ai fini Iva «sono da includere ai fini della determinazione del requisito» dell’art. 25. «Per quanto concerne l’identificazione della percentuale della riduzione del fatturato, le medesime somme sono da considerare rilevanti».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Anche il governatore della Banca d’Italia torna a parlare di bad bank. Tema su cui «si sta riapre...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

A scuola da UniCredit. Gli imprenditori e i top manager di quattordici imprese italiane di piccole d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il piano economico finanziario di Autostrade per l’Italia deve essere un dossier separato rispetto...

Oggi sulla stampa