Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bonus anche al Centro-Nord ma vincolato

Decontribuzioni per le assunzioni di giovani fino a 29 anni estese anche al Centro-Nord e stralcio degli interventi straordinari (che avrebbero riguardato anche gli over 50enni) per sostenere le assunzioni legate a Expo 2015. Decolla così il decreto «per l’occupazione giovanile e contro la povertà nel Mezzogiorno» che il Governo ieri ha presentato come «prima parte» di un piano più articolato e corposo, destinato a prendere vita dopo le decisioni che verranno prese al Consiglio europeo di oggi e domani e dopo il vertice dei ministri del Lavoro già fissato per i primi di luglio in Germania.
Il cuore del provvedimento, approvato con la formula «salvo intese» e quindi suscettibile di correzioni, è racchiuso nel primo articolo, che definisce portata e criteri di accesso all’incentivo che vale il 33% della retribuzione mensile lorda con un tetto di 650 euro al mese per una durata di 18 mesi in caso di nuove assunzioni a tempo indeterminato e di 12 mesi per le stabilizzazioni di collaboratori già in azienda. La misura viene finanziata con 794 milioni complessivi nel quadriennio 2013-2016 (500 milioni per le regioni del Sud, 294 milioni per le restanti). Le prime risorse arrivano dalla riprogrammazione dei fondi strutturali 2007-2013, per le seconde ieri sera non era ancora stata indicata una copertura precisa ma è presumibile che essa sia vincolata al cofinanziamento delle singole Regioni. Ampi i requisiti per i neo-assunti, che devono rientrare in almeno una delle seguenti condizioni: essere privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi; non avere un diploma di scuola media superiore o professionale; vivere da soli oppure con una o più persone a carico. A questo solo strumento il ministro Enrico Giovannini ha attribuito la potenzialità di determinare 100mila nuove assunzioni nei prossimi anni, mentre altre 100mila dovrebbero arrivare dall’insieme delle altre misure contenute nel decreto; stima quest’ultima da prendere con beneficio d’inventario visto il rinvio deciso per le misure straordinarie legate a Expo.
Gli altri incentivi messi in campo grazie alla riprogrammazione dei fondi Ue e del Fondo di rotazione per il Mezzogiorno arrivano con il rifinanziamento di norme già esistenti per l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego (80 milioni), per le cooperative di giovani impegnate sul fronte dei servizi (80 milioni). E c’è, infine il piano di inclusione dei Neet, i giovani non occupati né impegnati in attività di training per i quali viene attivata una misura per la promozione di stage e tirocini: 168 milioni di euro se si comprendono anche i fondi per i tirocini curriculari degli studenti universitari presso soggetti pubblici e privati. Si tratta di stage della durata minima di 3 mesi che prevedono un rimborso spese mensile di massimo 200 euro di contributi statali, ai quali andrà ad aggiungersi un uguale importo da parte del soggetto che offre il tirocinio. Infine arriva l’estensione della social card a tutto il Sud con un finanziamento di 167 milioni, si allarga così la sperimentazione in corso in 12 città con la prospettiva di un più ampio programma di inclusione sociale. Complessivamente le risorse garantite ammontano a 1,5 miliardi.
Sul fronte dei contratti a termine sono state confermate le misure di correzione della legge Fornero (tra cui gli intervalli per i rinnovi ridotti a 10 o 20 giorni, acausali per 12 mesi) con il rientro sul lavoro intermittente (400 giorni in tre anni) e un rafforzamento delle tutele con l’estensione anche ai cocopro delle norme contro le cosiddette «dimissioni in bianco». Confermata anche la «dote Aspi» concessa a chi assume un disoccupato con il sussidio aperto: il 50% di quest’ultimo andrà all’impresa.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa