Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bonomi prenota una vacanza al Club Med con il 6,5%

Mentre il fondo d’investimento Investindustrial dopo l’avventura in Bpm guarda a Mittel e Carige, la cassaforte «di famiglia» BI-Invest, attraverso il veicolo ad hoc Strategic Holdings controllato dal BI-Invest Endowment Fund, sta acquistando da mesi quote importanti del gruppo turistico francese fondato nel 1950 che ha inventato la formula dei villaggi all-inclusive. Ad oggi il 49enne finanziere dovrebbe essere arrivato al 6,5% nel gruppo quotato a Parigi e avendo superato la soglia rilevante del 5% è imminente la comunicazione alle autorità francesi. L’impegno finanziario per i 2 milioni circa di azioni acquistate sul mercato dovrebbe essere finora di 40 milioni di euro. L’obiettivo di BI-Invest è incrementare la partecipazione fino al 9-10% circa, ovvero al livello degli altri grandi soci: la conglomerata cinese Fosun property holdings, al 9,5% e il fondo Ardian (già Axa private equity), all’8,9%. La mossa di Andrea Bonomi riporta — sia pure solo in parte — la bandiera italiana sul gruppo che per tanti anni è stato sotto il controllo della Fiat, mentre oggi gli unici italiani presenti sono i Benetton con il 2,1%. E si incrocia anche con l’opa amichevole lanciata ormai un anno fa attraverso il veicolo Gallion Invest proprio dai due grandi soci insieme con il management della società. L’ingresso di BI-Invest non è in contrapposizione all’opa, visto che sia il numero uno di Club Med, Henry Giscard d’Estaing (figlio dell’ex presidente francese Valery), sia i due fondi sarebbero stati informati da Bonomi delle intenzioni di acquisto. BI-Invest vuole piuttosto cogliere la doppia opportunità di un settore, il leisure, in forte espansione e di una società tornata in fase di sviluppo. Club Med — che ha chiuso il 2013 con 1,48 miliardi di ricavi e 55 milioni di utile operativo (9 milioni di perdita finale) — sta puntando con forza sulla Cina dove ha già tre resort e vuole costruirne altri così da renderla entro il 2015 il secondo mercato per il gruppo come numero di clienti. Peraltro anche sulla riuscita dell’opa — in scadenza il prossimo 23 maggio dopo uno stop di mesi legato a una contestazione da parte di alcuni soci sulla valorizzazione di alcuni asset — ci sono dubbi visto che il prezzo attuale di Club Med, 18,9 euro, è superiore ai 17,5 euro offerti da Fosun e Ardian.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Alla fine, dopo un consiglio sospeso e riaggiornato a ieri pomeriggio, l’offerta vincolante per l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scatta l’operazione-pulizia del Recovery Plan. Dal primo giro di orizzonte del gruppo di lavoro di...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Negli ultimi giorni, la stampa è entrata improvvisamente nel mirino di alcuni governi in Europa del...

Oggi sulla stampa