Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bond Unicredit, richieste per 4,7 mld

A fronte di una domanda sostenuta che ha fatto segnare un controvalore di oltre 4,75 miliardi di euro sul libro ordini, Unicredit, la banca guidata da Jean Pierre Mustier, ha deciso di alzare a 1,25 miliardi di euro il taglio del nuovo bond senior preferred, denominato in euro e con scadenza prevista il 25 giugno del 2025. La nuova carta è riservata a investitori istituzionali, prevede un taglio minimo di 100 mila euro ed è stata collocata ieri mattina da un consorzio di banche composto da Unicredit Bank Ag, Abn Amro, Barclays, Bbva, Commerzbank e Natixis. Stando alle caratteristiche salienti descritte dagli istituti che agiscono nel consorzio che si sta occupando dell’operazione, l’obbligazione non è richiamabile nei primi cinque anni dal lancio e una volta emessa dovrebbe essere quotata sulla Borsa del Lussemburgo e ottenere i rating Baa1 di Moody’s e BBB da S&P e Fitch.La richiesta sostenuta ha consentito a Unicredit di spuntare un rendimento più contenuto rispetto alle prime indicazioni della mattina. Rispetto a una forchetta compresa tra 185 e 190 punti sul Midswap indicata in avvio di collocamento, lo spread da riconoscere ai bond holder si è infatti progressivamente chiuso fino a fissarsi a 155 punti base.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sono sessantasei i fascicoli di polizze infortuni in favore dei dirigenti di cui si sono perse le tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Questo shock senza precedenti potrebbe causare qualche vittima tra le banche». Un Ignazio Visco i...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Non sarà possibile avere il Recovery Fund in funzione dal primo gennaio 2021 e anche il Bilancio ...

Oggi sulla stampa