Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Blackstone avanti contro Rcs: al tribunale Usa la nuova causa

Blackstone decide i nuovi passi nella sfida ingaggiata con RCS davanti alla magistratura degli Stati Uniti: il grande fondo americano di private equity, se non saranno svolte in extremis, nelle prossime ore indicherà come intende procedere nella causa per danni contro l’editore italiano presso la Corte Suprema dello stato di New York, se attraverso l’azione già intentata oppure con la presentazione di un dossier rivisto e emendato.

Qualunque la scelta di Blackstone, le parti sono finora parse sulle barricate, impegnate in un protratto duello che ha per oggetto la cessione dello storico immobile di via Solferino. E che potrebbe scrivere il suo ultimo capitolo nelle aule della giustizia statunitense, anche se negoziati tra i protagonisti sono sempre possibili.

Il nuovo conto alla rovescia è scattato con una lettera alla corte messa agli atti da Blackstone il 25 maggio: nella missiva informava la magistratura americana della recente conclusione a suo favore del tribunale arbitrale di Milano sulla medesima vicenda. E prometteva di sciogliere i nodi sulla sua strategia entro la fine della giornata del 30 giugno. In attesa dell’esito in Italia era stata del tutto sospesa la disputa oltreoceano, suddivisa in due cause affidate a giudici diversi.

La battaglia si trascina ormai da anni. E’ nata dalla richiesta di Urbano Cairo, che dal 2016 controlla RCS e ne è presidente e amministratore delegato, di annullare la vendita a Blackstone del palazzo di via Solferino avvenuta tre anni prima: ha sostenuto che sarebbe avvenuta ad un prezzo troppo basso, 120 milioni di euro, con Blackstone avrebbe abusato della situazione di crisi del gruppo. Con questa tesi nel 2018 RCS ha chiesto il giudizio del tribunale a Milano. Il tribunale arbitrale ha però respinto le richieste dell’editore, definendo legittima la transazione avvenuta con Blackstone.

Il fondo americano, da parte sua, ha risposto alle offensive di RCS accusando sia il gruppo che Cairo personalmente di indebite interferenze, in particolare di aver fatto deragliare una cessione dello stesso immobile alla tedesca Allianz. Blackstone ha presentato le due cause adesso tornate alla ribalta a New York tra il 2018 e il 2019. Indiscrezioni in passato hanno stimato che l’obiettivo di Blackstone sia il pagamento di danni per forse 600 milioni di dollari. A rendere ancora più incerta la vicenda, da quanto emerso, RCS non avrebbe stanziato a riserva fondi appositi per eventuali costi legati allo scontro.

Dalle parti, in attesa di nuove, imminenti mosse, non sono arrivate prese di posizione. La documentazione più recente agli atti nel caso ha mostrato un potenziale, ulteriore sviluppo nell’iter della vicenda: Blackstone ha intenzione di discutere la potenziale unificazione dei due casi davanti alla Corte Suprema newyorchese. In passato erano sotto un unico magistrato, la cui promozione nel 2020 alla Corte d’Appello ha comportato tuttavia una riassegnazione e uno scorporo. Già nella lettera al tribunale del 25 maggio, il fondo Usa aveva proposto un incontro tra le parti, successivo alla scadenza del 30 giugno, dedicato alla possibilità di “consolidare” le due azioni e di concordare ulteriori modalità per procedere nel contenzioso.

E’ in quella stessa lettera agli atti del tribunale – a firma di Aaron Marks, l’avvocato che rappresenta Blackstone – che il fondo statunitense aveva messo nero su bianco e in maggior dettaglio le molteplici opzioni considerate. Entro fine mese, aveva assicurato, avrebbe “presentato un ricorso emendato, tenendo conto della decisione e delle conclusioni del caso arbitrale a Milano”. Oppure avrebbe reso nota la volontà di muoversi “sulla base dell’attuale azione”. Aveva previsto comunque una traduzione in inglese della decisione del tribunale arbitrale milanese, effettuata anche se finora non è stata messa agli atti.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Gaetano Miccichè lascia il consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup. Il presidente della div...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Rinvio per tre provvedimenti chiave del governo Draghi per accompagnare l’attuazione del Recovery...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Se mai ci fosse stato un dubbio, il Csm ha messo nel mirino tutta la situazione che sta incendiando...

Oggi sulla stampa