Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Biometano e idrogeno Italgas diventa green

Investimenti nel biometano e metano sintetico. Ma anche nell’idrogeno verde. Con una particolare attenzione alle occasioni che potrebbero presentarsi nel settore idrico.Come tutte le società che da anni vedono il loro giro d’affari dipendere dagli idrocarburi, anche il gruppo Italgas deve decidere quale percorso intraprendere per incamminarsi sulla strada della transizione energetica. Ieri, con la revisione del piano industriale della società aggiornato al 2027, sono state date al mercato nuove indicazioni.Lo chiede il mercato, visto la continua ricerca da parte dei fondi di investimento e fondi pensione di progetti legati alla green economy e alla transizione energetica. Ma, soprattutto, lo impone l’Unione europea: entro il 2050, i Paesi membri dovranno raggiungere la neutralità carbonica e l’uso del gas non dovrà superare il 10% dei consumi attuali. È evidente che una società come Italgas, fondata oltre 100 anni fa a Torino e da poco tornata a Piazza Affari, deve rivedere la sua mission, visto il suo ruolo di leader nella distribuzione di metano a livello locale.Pur continuando nelle attività “tradizionali” legate agli idrocarburi, il peso degli investimenti non può che spostarsi anno dopo anno verso la green economy. Come ha confermato ieri l’amministratore delegato Paolo Gallo, si guarda all’idrogeno verde, prodotto da fonti rinnovabili, che può essere trasportato nella rete opportunamente modificata. E un primo esempio lo si avrà sulla rete in Sardegna, dove Italgas è pronta mettere in servizio 1.200 chilometri di nuove condutture.Ecco perché dei 7,9 miliardi di investimenti del piano industriale al 2027, oltre 1,4 (in crescita di 300 milioni rispetto al precedente piano) sono «destinati a portare a termine i programmi di digitalizzazione dell’intero network – ha spiegato il manager – con la realizzazione di reti smart in grado di accogliere gas rinnovabili come il biometano, già oggi ampiamente disponibile e atteso in forte sviluppo nell’arco del prossimo decennio, nonché il metano sintetico e l’idrogeno verde».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Banche alla verifica degli stress test dopo il Covid. Quante sono le aziende affidate che hanno pos...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo 10 anni passati a riaversi dai traumi della crisi finanziaria 2008 e cinque a tagliare i risch...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«È una riforma importante quella di cui stiamo discutendo in questi giorni — dice il neo presid...

Oggi sulla stampa