Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bilanci, le sanzioni dalla Cciaa

Spetta alle camere di commercio sanzionare l’omessa convocazione dell’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio . La sanzione amministrativa pecuniaria prevista dall’articolo 2631 del c.c. applicabile agli amministratori e ai sindaci delle società va da 1.032,00 a 6.197,00 euro. Il potere di irrogare la sanzione amministrativa prevista dall’articolo 2631 del c.c. risulta trasferito alle camere di commercio in quanto per effetto del dlgs n. 112 del 1998 detti organismi sono subentrati in tutte le funzioni di accertamento, di contestazione e di irrogazione delle sanzioni in precedenza svolti dagli Upica (Uffici provinciali per l’industria, il commercio e l’artigianato). Tale orientamento è suffragato dalle varie sentenze in materia della Corte di cassazione (Cassazione civile, sentenza 9 dicembre 2005 n. 27293 e sentenza 20 marzo 2007 n. 6559). Questo è quanto contenuto nella lettera circolare del 29 aprile 2014 prot n. 0072265 del ministero dello sviluppo economico, dipartimento registro delle imprese. Le camere di commercio formulavano al dipartimento del registro delle imprese un quesito in merito alla sussistenza in capo alle stesse di poteri di accertamento, di contestazione e di irrogazione delle sanzioni in relazione alle ipotesi previste dall’articolo 2631 c.c. in materia di omessa convocazione assembleare. Avendo alcune camere di commercio prospettato la tesi secondo cui i poteri sanzionatori fossero da ricondurre in via residuale in capo al prefetto (art. 2, dpr n. 571/1982) i tecnici del Mise hanno chiesto chiarimenti al ministero dell’interno. I tecnici dell’interno ricordano che l’articolo 17, comma 1, del dpr n. 689 del 1981, individua la competenza del prefetto, in tema di applicazione delle sanzioni amministrative in mancanza di un ufficio periferico al quale siano demandate le attribuzioni e i compiti dell’amministrazione nella cui competenza rientra la materia alla quale si riferisce la violazione. Ciononostante, considerato che la materia è da ricondurre al prefetto, i tecnici dell’interno ritengono che gli organismi territorialmente competenti per sanzionare l’omessa convocazione dell’assemblea dei soci per l’approvazione dei bilanci, possano essere individuati nelle camere di commercio.

Omessa convocazione assembleare. Con il dlgs 11 aprile 2002, n. 61 (pubblicato nella G.U. n. 88 del 15 aprile 2002 ed entrato in vigore il 16 aprile 2002) è entrata in vigore nel nostro ordinamento giuridico la riforma dei reati societari. Il dlgs n. 61/2002, con l’articolo 2631 del codice civile ha introdotto una nuova sanzione che riguarda gli amministratori e i sindaci che omettono di convocare, o convocano in ritardo, l’assemblea dei soci, nei casi previsti dalla legge o dallo statuto. L’articolo 2631 del c.c. stabilisce che «gli amministratori e i sindaci che omettono di convocare l’assemblea dei soci nei casi previsti dalla legge o dallo statuto, nei termini ivi previsti, sono puniti con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.032 a 6.197 euro. Ove la legge o lo statuto non prevedano espressamente un termine, entro il quale effettuare la convocazione, questa si considera omessa allorché siano trascorsi 30 giorni dal momento in cui amministratori e sindaci sono venuti a conoscenza del presupposto che obbliga alla convocazione dell’assemblea dei soci». La stessa disposizione prevede poi che l’ammenda «è aumentata di un terzo in caso di convocazione a seguito di perdite o per effetto di espressa legittima richiesta da parte dei soci». L’illecito amministrativo contenuto nell’articolo 2631 del c.c. è illecito amministrativo proprio, nel senso che solo determinate categorie di soggetti possono esser sanzionate per aver posto in essere la condotta dalla norma descritta. Nello specifico, i soggetti attivi dell’illecito sanzionato dall’art. 2631 c.c. possono essere solamente gli amministratori e i sindaci della società di capitali.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa