Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bankitalia: «La Ue non vieta sconfinamenti e non cambia la segnalazione dei rischi»

È la Banca d’Italia a scendere in campo per ricordare e chiarire cosa accadrà alla classificazione dei crediti dal primo gennaio. L’istituto di vigilanza spiega in una nota che in base alle nuove regole Eba «un’esposizione creditizia scaduta va considerata rilevante quando l’ammontare dell’arretrato supera entrambe le seguenti soglie: i 100 euro per le esposizioni al dettaglio e 500 euro per le esposizioni diverse da quelle al dettaglio» e « l’1% dell’esposizione complessiva verso» una banca. Superate entrambe le soglie, «parte il conteggio dei 90 giorni consecutivi di scaduto, oltre i quali il debitore è classificato in stato di default». Dunque, diventa un credito deteriorato. Sempre in base alle regole «non è più possibile compensare gli importi scaduti con le linee di credito aperte e non utilizzate (c.d. margini disponibili)». Dunque dal primo gennaio basta uno sconfinamento oltre 100 euro e oltre l’1% del debito verso una banca per 90 giorni per diventare Npl. Alcune banche, come, Bnl non consentono più lo sconfinamento, ovvero il rosso sul conto, e in caso di mancanza di soldi sul conto rimandano la bolletta al mittente. Altre banche sono più elastiche, non bloccano il pagamento ma sollecitano il cliente a coprire il rosso.

Banca d’Italia chiarisce che non sono cambiate le regole per la segnalazione in centrale rischi del cattivo pagatore. È vero, ma è anche vero che con le nuove norme si accelera il processo che porta un cliente a essere segnalato. Sono queste regole che le associazioni di categoria e l’Abi chiedono di cambiare con urgenza (vedi altro articolo in pagina). Tra le novità di queste disposizioni rispetto al passato c’è il fatto che una volta che un’esposizione di un cliente verso una banca viene riclassificata come inadempiente, automaticamente la classificazione si estende a tutte le esposizioni che fanno capo allo stesso cliente. Sul sito di Bankitalia tutte le info sulle nuove regole e le Faq più ricorrenti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il gruppo Enel progetta lo sbarco in Gran Bretagna e per l’ex monopolista potrebbe essere la prima...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Generali saluta due dirigenti di rango e l’amministratore delegato Philippe Donnet ne approfitta p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Tramonta la vendita al costruttore navale di Trieste dei cantieri francesi specializzati in transatl...

Oggi sulla stampa