Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bandi da 10 milioni per piccole imprese che puntano al digitale

Il Meccanismo per collegare l’Europa (Mce) è il nuovo programma 2014-2020 che eroga finanziamenti destinati alle infrastrutture ritenute prioritarie dall’Unione europea nei settori trasporti, energia e telecomunicazioni/digitale (Tic).
Le infrastrutture del digitale, sia fisiche che in termini di offerta di servizi, costituiscono un vettore imprescindibile della crescita intelligente che l’Europa deve raggiungere nel prossimo decennio per poter competere a livello internazionale e garantire il benessere dei cittadini dell’Unione.
Per quanto riguarda i servizi digitali, il Mce prevede sovvenzioni per costruire le infrastrutture necessarie per l’identificazione elettronica, gli appalti pubblici elettronici, le cartelle cliniche elettroniche, l’e-Justice i servizi doganali e l’uso sicuro di Internet.
Sulla base di queste premesse il Mce ha lanciato due bandi di gara d’appalto rivolti alle piccole e medie imprese che operano nel settore delle tecnologie digitali: il primo bando è dotato di un budget pari a 8 milioni di euro e riguarda la realizzazione di un portale paneuropeo di dati aperti e servizi connessi, mentre il secondo, di 2 milioni, è destinato a progetti per rendere Internet un ambiente sicuro per i bambini.
L’incarico riguarderà la creazione, l’avvio, l’esercizio e la manutenzione di una piattaforma paneuropea di dati aperti su larga scala, transfrontaliera e intersettoriale, e con funzionalità di visualizzazione avanzate. L’appalto prevede anche attività di formazione, laboratori e incontri bilaterali nonché servizi orientati a favorire la comprensione del riutilizzo commerciale di fonti di dati pubblici mediante conferenze e attività divulgative e servizi relativi alla misurazione dell’impatto e della sostenibilità dei dati aperti (infrastrutture). Il budget disponibile è pari a 8 milioni di euro e il termine per il ricevimento delle offerte è l’8 settembre 2014. I documenti di gara possono essere scaricati all’indirizzo web http://ec.europa.eu/digital-agenda/en/news cliccando poi alla voce «funding opportunities».
Il secondo bando di gara d’appalto riguarda lo sviluppo di un’infrastruttura di servizi digitali per rendere Internet un luogo migliore e più sicuro per i bambini. Più in particolare, l’obiettivo consiste nello sviluppo di un’infrastruttura digitale in grado di fornire una piattaforma di servizi centrale per condividere risorse, servizi e pratiche tra fornitori nazionali di servizi – i centri «Internet più sicuro» (Sic) – e per i loro utenti, compreso il settore industriale. Il bando di gara d’appalto è dotato di un budget pari a 2 milioni di euro ed è diviso in due lotti.
Il primo lotto – con un budget pari a 1,4 milioni – riguarda la messa a punto e il funzionamento di una piattaforma di servizi centrale per fornitori nazionali di servizi ( i centri «Internet più sicuro» Sic) per creare e condividere risorse e servizi, sostenendo la sensibilizzazione, linee telefoniche di emergenza e linee dirette, e stabilendo un punto di accesso per il pubblico generale nella ricerca di informazioni su questioni riguardanti l’uso delle tecnologie on line e i servizi.
Gli incarichi di questo primo lotto riguardano: sviluppo e manutenzione di un elenco ricercabile di risorse formative; messa a punto di una piattaforma di strumenti on line e risorse e sviluppo di una comunità on line relativa alla pratica; sviluppo delle capacità, governance e coinvolgimento delle parti interessate.
Il secondo lotto – che si avvale di una dotazione finanziaria di 600mila euro – riguarda la realizzazione di una banca dati di Url per la raccolta di dati su materiale pedopornografico trasmesso telefonicamente via linee dirette, e lo sviluppo e la manutenzione dell’infrastruttura tecnica che fornisce le funzionalità, in un ambiente sicuro per il confronto dei materiali trasmessi di recente con materiali già esaminati e identificati.
Il termine per il ricevimento delle offerte è il 12 settembre 2014. I documenti di gara possono essere scaricati all’indirizzo: http://ec.europa.eu/digital-agenda/en/news/ cliccando alla voce «funding opportunities».
Gli appalti verranno assegnati all’offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati nei capitolati d’oneri.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Le previsioni della Commissione europea sull’economia dell’Unione e dell’Italia rappresentano ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Con un coordinamento esemplare, le due maggiori economie mondiali hanno rilasciato una "doppietta" d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il 2021 offre un parziale esonero contributivo, pari a un massimo 3mila euro, a lavoratori autonomi ...

Oggi sulla stampa