Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Banco Bpm vola in Borsa (+5,9%) dopo l’accordo con l’Agricole

Banco Bpm in rialzo (+5,90%) ha beneficiato ieri a Piazza Affari degli annunci dei giorni scorsi relativi alla riorganizzazione del credito al consumo e ai passi avanti fatti nella cessione delle sofferenze, per circa 7,8 miliardi di euro. La banca guidata da Giuseppe Castagna ha annunciato di avere raggiunto un accordo con la francese, Credit Agricole, per rafforzare la partnership nel settore del credito al consumo in Italia e prolungarla per altri 15 anni. In particolare l’operazione prevede la cessione di ProFamily ad Agos Ducato, società controllata dal gruppo transalpino, per 310 milioni di euro. La vendita, però, sarà effettuata solo dopo la scissione delle attività? non captive della stessa ProFamily in una newco controllata al 100% da Banco Bpm. ProFamily avra? anche un accordo di distribuzione in esclusiva per 15 anni sulla rete commerciale del gruppo bancario. L’operazione porterà un effetto positivo di circa 80 punti base sui ratio patrimoniali del gruppo. In più Banco Bpm e Credit Agricole hanno concordato di valutare la possibile quotazione di Agos entro due anni. Banco Bpm ha ottenuto dai francesi un’opzione di vendita garantita per una quota del 10% del capitale di Agos ad un prezzo di 150 milioni di euro, esercitabile nel giugno 2021. L’istituto, comunque, ha precisato che sarà improbabile l’esercizio della put visto l’ampio divario tra lo strike price di 150 milioni e il valore intrinseco di Agos, destinato peraltro ad aumentare.
La banca ha inoltre comunicato che il consiglio ha valutato le offerte per le sofferenze messe sul piatto dai consorzi selezionati come potenziali investitori (Credito Fondiario ed Elliot, DoBank con Fortress e illimity e Prelios insieme a Christofferson Robb & Company) e affidato a Castagna il mandato per proseguire le relative trattative. Le proposte, oltre all’acquisto di un portafoglio di sofferenze di 3,5 miliardi inizialmente previsto dalla Banca, includono ulteriori opzioni per la vendita di un portafoglio di sofferenze piu? elevato rispetto alle previsioni iniziali e la creazione, in partnership tra Banco Bpm e l’investitore selezionato, di una piattaforma di servizio.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non far pagare alle aziende i contributi dei neo assunti per due anni. È la proposta di Alberto Bom...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo il via libera della Commissione europea al Recovery Plan italiano arriverà un decreto legge su...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il decreto «sostegni-bis» che il governo punta ad approvare entro la fine del mese parte con una p...

Oggi sulla stampa