Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Banche, sportelli polifunzionali

Non più solo conti correnti, mutui e investimenti. Lo sportello bancario ha iniziato a cambiare pelle. E proprio mentre gli istituti di credito si affrettano a chiudere centinaia di filiali (1.200 soltanto nell’ultimo anno), i sopravvissuti si trasformano in negozi (talvolta virtuali): dalla vendita di polizze assicurative alla cancelleria, dalla trasformazione in agenzia immobiliare all’offerta di servizi di conciergerie dedicati alla propria clientela. Proprio come nei grandi hotel di lusso. A lanciare questo trend era stata Poste Italiane attraverso un accordo sottoscritto nel 2011 con l’editore Giunti che aveva consentito di trasformare una buona parte dei 13mila uffici postali in vere e proprie librerie, con tanto di bancone per la vendita di una selezione di volumi, oltre a cd, dvd e prodotti di cancelleria. L’esperimento è tuttavia naufragato qualche anno più tardi. Ma il vaso di pandora della trasformazione di luoghi culto del risparmio in negozi retail è andato avanti senza sosta. E così, complice la crisi finanziaria e il grande fardello degli immobili presenti nei passivi delle banche, in molti hanno pensato bene di immettere direttamente sul mercato questo grande patrimonio fatto di appartamenti, negozi, capannoni e box. È il caso, per esempio, di Intesa Sanpaolo Casa, la newco interna al Gruppo bancario guidato da Carlo Messina, nata nel 2015 per introdurre all’interno delle filiali bancarie delle vere e proprie agenzie immobiliari con tanto di personale dedicato in grado di fornire assistenza nella scelta dell’acquisto immobiliare. E con un occhio di riguardo alla componente finanziaria. La convivenza, sotto lo stesso tetto, con i colleghi del settore mutui consente infatti non soltanto di individuare l’immobile da acquistare più idoneo alle proprie esigenze tra quelli in portafoglio, ma di mettere a punto un piano di finanziamento in grado di coprire l’esigenza di liquidità da parte del potenziale compratore. Lo stesso modello applicato da UniCredit attraverso il suo ramo immobiliare. «UniCredit Subito Casa sta diventando un punto di riferimento nel mercato immobiliare», ha dichiarato Gianni Franco Papa, direttore generale di UniCredit, «soprattutto per la qualità del servizio, contando su un’offerta integrata ad alto valore di innovazione tecnologica. I clienti sempre più informati ed esigenti ricercano servizi d’eccellenza, una rete consulenziale di professionisti e condizioni chiare e trasparenti». E così, nel corso del 2016, la divisione immobiliare di UniCredit è arrivata a gestire oltre 10 mila immobili chiudendo più di 3.400 transazioni con una crescita anno su anno del 200%. Ma non sono solamente i servizi immobiliari gli artefici del grande processo di trasformazione delle agenzie bancarie. Da alcuni anni a questa parte, infatti, è possibile recarsi allo sportello per acquistare una polizza per la propria automobile, un prodotto assicurativo a tutela della casa, o una copertura previdenziale per il proprio futuro. Un servizio, questo, sempre più diffuso allo sportello, a cui gli istituti di credito della Penisola non si sono sottratti. È il caso, per esempio, di Banca Sella che grazie a un accordo sottoscritto con la compagnia Hdi è in grado di offrire ai propri clienti la copertura RcAuto Valore più. Mentre il Monte dei Paschi di Siena ha deciso di affidarsi ad Axa per proporre una serie di servizi assicurativi ai propri correntisti. Anche in questo caso si va da polizze per la casa, per l’auto o per la persona. Con una serie di vantaggi assolutamente evidenti. Ai correntisti di Mps, per esempio, viene offerto uno sconto del 50% sull’acquisto di una polizza Rca firmata Axa. E per chi non avesse un’auto? Nessun problema. Anche in questo caso, è possibile entrare in banca e uscire con le chiavi in mano. Almeno nelle filiali di Ubi Banca che al di là dei classici servizi finanziarie e assicurativi ha deciso di offrire alla propria clientela un nuovo servizio messo a punto insieme ad Ald Automotive Italia, ovvero il noleggio a lungo termine di un’autovettura. «Con un canone mensile fisso, Ubi Rent mette a disposizione dei clienti bancari, per tutta la durata del contratto, un pacchetto di 10 servizi tra cui manutenzione ordinaria e straordinaria presso una rete di 10 mila centri convenzionati, soccorso stradale 24 ore su 24 e copertura assicurativa completa (Rca, furto, incendio, danni al veicolo)», hanno spiegato dalla società. «In più per tutta la durata del noleggio non si dovrà pensare a nulla: la gestione del veicolo e delle pratiche amministrative sono a carico di Ald Automotive Italia. Un’offerta molto simile a quella proposta da Bnl per i suoi clienti attraverso la partnership con la società di noleggio auto Arval che garantisce una gamma completa di servizi legati alla gestione del veicolo, supporto qualificato 24 ore al giorno, nessun immobilizzo di capitale, e fino al 25% di risparmio. Il tutto, incluso in un unico canone mensile. Al di là delle offerte tradizionali, il mondo delle banche ha deciso di allinearsi anche all’evoluzione dei consumi andando incontro alle esigenze della propria clientela sempre più digitalizzata. È nato così il nuovo servizio lanciato da UniCredit per i propri clienti in possesso di un iPhone. Buddybank, questo il nome dello strumento, è in grado di offrire un servizio di concierge, disponibile 24 ore su 24 per 7 giorni su 7, per esigenze finanziarie e lifestyle. Fruibile al 100% da mobile e senza passare dalla filiale, buddybank si inserisce tra i modelli di servizio digitali dedicati al segmento retail. «Con buddybank desideriamo crescere in un segmento composto da consumatori digitali e millennial grazie a un servizio distintivo nelle modalità di relazione con il cliente e nella tipologia dell’offerta», ha continuato Papa. «Il cliente potrà contare su un’assistenza pensata sul modello di una conciergerie simile a quella dei grandi alberghi», ha aggiunto Andrea Casini, Co-Head Italy di UniCredit. «Il cliente sarà riconosciuto in pochi secondi e vedrà soddisfatte tempestivamente sia le sue esigenze bancarie, sia di tempo libero». Comunicare con buddybank è semplicissimo. Basta premere la grande ‘B’ al centro dell’applicazione per entrare in chat con il team di concierge. Il cliente, in piena autonomia e sicurezza, potrà così aprire un conto corrente con Iban italiano dal proprio telefono. E grazie alla collaborazione con Mastercard, potrà richiedere una carta di debito accettata in tutto il mondo, oppure far richiesta per una carta di credito Mastercard World Elite. Non solo. Una concierge sempre disponibile offrirà un’ampia gamma di soluzioni per ogni esigenza del cliente, dalla prenotazione di un viaggio all’organizzazione di un evento, una visita a una mostra, una cena e molto altro. «Un team di concierge interno sarà a disposizione del cliente 24 ore al giorno per gestire direttamente le richieste bancarie, mentre per i servizi lifestyle buddybank si affiderà a Quintessentially, partner di eccellenza presente in 60 Paesi», hanno concluso da UniCredit.

Tancredi Cerne

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Intesa Sanpaolo mette a disposizione 400 miliardi di euro in crediti a medio-lungo termine a fianco ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un sostegno per tutti i lavoratori (dipendenti, autonomi, saltuari), tutte le imprese (grandi e picc...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Joe Biden punta a raddoppiare il prelievo fiscale sui capital gain, le plusvalenze realizzate sugli ...

Oggi sulla stampa