Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Banche alternative a 33 euro l’anno

È di 33 euro all’anno il costo medio del conto corrente nelle banche alternative, calcolato fra gli otto istituti di credito nel panel dell’Economia del Corriere della Sera (Ing, Widiba, CheBanca!, Fineco, Hello Bank!, IwBank, Webank e Banca Sella, famiglie con uso medio della Banca, 228 operazioni l’anno, dati al 14 gennaio 2020). È il valore dell’Icc, il nuovo Indicatore dei costi complessivi in vigore da questo mese. Per errore, la settimana scorsa, è stato indicato in 80 euro: ci scusiamo con i lettori.

Resta l’incremento (+32%) rispetto ai 25 euro di media del settembre 2019, dovuto all’aumento di spese come i bonifici, il canone del conto, le carte di credito. Ma resta anche la convenienza di questi conti correnti alternativi — cioè delle banche digitali, dirette o con altri modelli non tradizionali — rispetto a quelli classici, degli istituti di credito con gli sportelli e quindi con carichi di costo maggiori.

Sono spesso secondi conti, che continuano ad attrarre clientela. Ma il modello sta cambiando: il costo zero ufficiale comincia a diventare una rarità.

Non è un caso che nel panorama delle banche alternative si affaccino nuovi protagonisti, con costi diversificati e servizi simili alle banche tradizionali, che ne fanno salire il prezzo. Hype (gruppo Banca Sella) sta studiando, per esempio, l’offerta di prestiti e prodotti finanziari d’investimento, in cerca di profitti che nel tradizionale modello web non c’erano. Altro caso è l’Illimity Bank di Corrado Passera. Operativa coi conti correnti da settembre, coefficiente patrimoniale alto (Cet1 29%), ha un Icc per le famiglie con operatività media di 127,86 euro e sta promuovendo a canone zero il conto Plus per un anno (poi azzerabile ad alcune condizioni). Dal 23 gennaio propone prodotti assicurativi (con Helvetia e Aon), che si sommano ai prestiti personali offerti da novembre (con il Santander). Non ha sportelli, così come Banca Mediolanum che ha un Icc di 146,86 euro, in promozione a 12,36 .

Il conto corrente è in entrambe le banche la condizione per l’accesso ad altri servizi, come il conto vincolato per sei mesi con rendimento del 2% offerto ora da Mediolanum (convenzionata con le Poste per la movimentazione allo sportello). Sarà l’anno delle novità per le banche alternative.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Come prevedevano alcuni un mese fa, allo spuntare della lista di Bluebell per il cda di Mediobanca, ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Google entra nel mirino dell’Autorità antitrust italiana che, prima in Europa, ieri ha aperto un ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le imprese e i committenti non saranno lasciati soli. Anche a chiarire la posizione di alcuni player...

Oggi sulla stampa