Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bancari sull’ottovolante

Borsa sull’ottovolante. Dopo il rosso di martedì, ieri Piazza Affari ha chiuso la seduta con l’indice Ftse Mib in rialzo dell’0,88% a 16.349 punti. All Share +0,78%. Positive anche le principali borse europee: Madrid ha visto l’indice Ibex chiudere con +0,97%; a Parigi il Cac-40 è cresciuto dello 0,48%, a Francoforte il Dax ha segnato +0,41% e il Ftse 100 di Londra ha chiuso a +0,06%.

Il mercato ha accolto in maniera favorevole la decisione della banca centrale del Giappone (BoJ) di mantenere invariati i tassi e ha confermato il suo impegno verso una politica monetaria accomodante. Ed è rimasto in attesa delle decisioni della Fed sui tassi di interesse.

La seduta di ieri è stata scarna sul fronte dei dati macroeconomici: nella settimana al 16 settembre l’indice che misura il volume delle richieste di mutui negli Stati Uniti si è attestato a 530,8 punti, in calo del 7,3% rispetto alla settimana precedente (572,9 punti). Le scorte settimanali di greggio statunitensi sono risultate pari a 504,598 mln di barili, in calo di 6,2 mln di barili rispetto alla settimana precedente (consenso a +3,3 mln). Il prezzo del petrolio in rialzo ha favorito l’andamento dei titoli dell’Oil&Gas. Nel listino di piazza Affari il titolo Saipem ha chiuso a +1,31%, Eni +0,32%, Enel -0,41% e Tenaris +0,26%.

In positivo anche le banche: Ubi B. +5,38%, B.P.E.Romagna +4,71%, B.P.Milano +4,26%, B.Popolare +3,65%, Unicredit +3,63%, B.Mps +2,46%, Mediobanca +2,3% e Intesa Sanpaolo +1,39%. Su Unicredit Hsbc ha confermato la raccomandazione buy con prezzo obiettivo a 2,83 euro. Il titolo è tra le banche europee preferite di Hsbc. Generali +1,08%,

In luce Telecom I. (+2,61% a 0,7475 euro). Acquisti su Prysmian (+3,11% a 22,91 euro). Morgan Stanley (overweight, Tp 24 euro) legge in modo positivo il deal tra Abb e Nkt Cables. Il gruppo ingegneristico con sede a Zurigo ha dichiarato l’intenzione di voler cedere il proprio business dei cavi ad alta tensione ai danesi per un enterprise value di 836 mln euro. Stm ha guadagnato l’1,05% a 7,19 euro. Ubs ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo da 6,2 a 6,7 euro, confermando la raccomandazione neutral.

Fca in flessione dello 0,78% e Finmeccanica a +1,38%.

In lieve rialzo YNap (+0,04% a 27,75 euro). Mediobanca Securities ribadisce il giudizio outperform (Tp 31,3 euro) sull’azione e definisce «rilevante» la nomina di Deborah Lee a nuovo global chief people officer. Si registrano, invece, vendite su B.Unicem (-1,72%) e Fca (-0,78%). Per quest’ultima un gestore ha citato le indiscrezioni di stampa in merito al fatto che Takata sarebbe a rischio bancarotta.

Sul resto del listino si segnala La Doria (-3,71% a 9,08 euro) che continua a essere penalizzata dai conti semestrali che hanno visto una revisione al ribasso delle previsioni.

Juventus (+0,71% a 0,3102 euro) ha incrementato i rialzi dopo la pubblicazione dei risultati. L’esercizio 2015-2016 ha visto l’utile della società salire del 78,3% a/a a 4,1 mln euro. Primi Sui Motori si è posizionata invece tra i migliori titoli di tutta piazza Affari con un rialzo del 29,22% a 1,318 euro. L’azione ha beneficiato dei risultati del primo semestre pubblicati ieri a mercati chiusi.

Secondo quanto reso noto da Borsa Italiana, il controvalore provvisorio degli scambi, ieri, è stato pari a 1,649 mld euro, in aumento rispetto agli 1,636 di martedì.

Lo spread tra Btp decennali e omologhi tedeschi ha chiuso a 128 punti, contro i 127 punti dell’apertura. Il rendimento si attesta all’1,28%.

Sul mercato dei cambi, l’euro è rimasto sostanzialmente stabile sul dollaro, scambiato a 1,1168.

Petrolio in rialzo,: il Brent è stato trattato a 46,67 dollari al barile e il Wti a 45,09 dollari al barile (+3,87%).

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa