Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Banca Mediolanum, Ennio Doris: «raccolta in crescita con i Pir»

Raccolta che procede a gonfie vele, commissioni di performance in crescita nel primo trimestre e obiettivi ambiziosi per il resto dell’anno anche grazie all’apporto dei Pir, i piani individuali di risparmio appena introdotti con l’ultima legge di bilancio. Ennio Doris, presidente di Banca Mediolanum, ha approfittato dello scenario dell’assemblea annuale degli azionisti tenutasi ieri per dare qualche indicazione importante sullo stato di salute sul gruppo a lui fondato.
«Lavoreremo per ripetere ciò che abbiamo fatto nel 2016 e dare i 40 centesimi di dividendo anche quest’anno e più avanti, se non ci sono disastri, per renderlo sostenibile», ha detto Ennio Doris, con un riferimento esplicito ai Pir, che «porteranno grandi vantaggi ai clienti, a noi e anche all’economia». Banca Mediolanum punta ad aumentare la raccolta in fondi dai 3,6 miliardi di euro del 2016 a 4 miliardi, ma Ennio Doris si è detto addirittura convinto di superare il record del 2015 che era stato di 4,7 miliardi proprio grazie a questi strumenti innovativi: «Sarei molto deluso se ci fermassimo a 2 miliardi di raccolta sui Pir», ha aggiunto.
Intanto, a livello di gruppo la raccolta di marzo «è molto buona, sicuramente oltre la media degli ultimi due mesi», ha sottolineato l’a.d. Massimo Doris, e le commissioni di performance nel primo trimestre sono di circa 60 milioni, in crescita rispetto ai 50 milioni dello stesso periodo dello scorso anno.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non chiamatela più utility locale. Il gruppo A2a cerca il salto di categoria: da società dei servi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo la crisi, scatta la "riscrittura" del Recovery Plan da parte del Parlamento. Il documento di 16...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

A2A lancia il piano industriale al 2030 per riposizionare l’azienda, «passando dal mezzo al fine,...

Oggi sulla stampa