Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

«Axpo insieme alle aziende per aumentare i vantaggi della transizione energetica»

«Siamo in transizione ecologica, non si torna indietro. Occorre investire per creare una filiera delle rinnovabili e dare vita a un settore capace di reggersi sulle proprie gambe». Simone Demarchi è l’amministratore delegato di Axpo Italia, azienda parte del gruppo Axpo che produce, commercia e vende energia in più di 30 Paesi. Per l’ad le risorse in arrivo dall’Europa sono un treno da non perdere tanto che, citando Draghi, sottolinea la necessità di utilizzare quei fondi per creare valore a lungo termine. Sulla carta le premesse paiono buone: «Per fortuna — spiega Demarchi — si parla molto più oggi di sostenibilità di quanto non si facesse vent’anni fa, quando Axpo è sbarcata in Italia dalla Svizzera, bisogna però cogliere queste opportunità». E il riferimento è alla rivoluzione verde che poi si traduce in misure utili. Come il superbonus «che ha il vantaggio di avviare una filiera coinvolgendo le aziende che effettuano i lavori di efficientamento».

Sostenibilità significa poi crescita dell’energia pulita, potenziamento della mobilità dolce ed economia circolare. Tutti temi che verranno trattati durante l’evento online «Axpo green energy solutions talks» (in streaming sul sito dell’azienda dalle 10,30 alle 12,30 di oggi) e pensato per discutere proprio del mondo dell’energia e di come sta cambiando.

«Gran parte delle risorse europee del Recovery Plan — aggiunge Demarchi — saranno destinate alla transizione energetica. È strategico massimizzarne gli effetti sul futuro ragionando anche sulle criticità», aggiunge. Tra tutte spiccano burocrazia, infrastrutture obsolete e mancanza di programmazione. «Penso — sottolinea l’amministratore delegato — al problema delle autorizzazioni infinite per la costruzioni degli impianti in Italia, alla rete elettrica che va ripensata e riprogettata o allo smaltimento dei pannelli fotovoltaici, problema che prima o poi dovremo affrontare».

La sfida è complessa e nel contesto della transizione ecologica il ruolo di Axpo Italia è quello di facilitatore. La società, che concentra le sue attività di trading energetico nella nuova sede di Genova, sta lavorando per accompagnare le aziende in questo cambiamento. «Per questa ragione, ad esempio, abbiamo sviluppato strumenti ad alta innovazione — dice Demarchi —. Mi riferisco in particolare ai Ppa, power purchase agreements, ovvero i contratti a lungo termine per la fornitura di energia proveniente da fonti rinnovabili, che permettono di avere certezza nella pianificazione finanziaria dei progetti di realizzazione di grandi impianti eolici e solari». Axpo, lavorando sull’energia a 360 gradi, è poi molto attenta alle tematiche legate alla mobilità verde. In questa direzione va il «Libro Bianco sulla mobilità elettrica», realizzato in collaborazione con Start Magazine. Un report che analizza i nuovi trend della quattro ruote. La buona notizia? Se si guarda ai cambiamenti climatici e alla qualità dell’aria, le auto elettriche battono quelle a benzina o diesel. Considerando le emissioni nell’intero ciclo di vita le auto a batteria inquinano fra il 17 e il 30% in meno. In più si stanno facendo passi avanti anche sull’infrastruttura: secondo gli ultimi dati elaborati dall’Associazione Motus-E23, risultano installati nel nostro Paese oltre 19 mila punti di ricarica. «Il cambiamento green non avverrà per magia. Andrà studiata l’impronta ecologica della produzione delle auto elettriche, delle batterie e migliorata l’infrastruttura di ricarica, ma bisogna essere consapevoli già oggi che è solo questione di tempo», conclude Demarchi.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Anche Mediobanca si allinea al trend generale del credito e presenta risultati di tutto rilievo, bat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il Gruppo Arvedi rivendica, oltre al completo risanamento di uno dei siti più inquinati d’Italia ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il premier Mario Draghi ha un’idea verde per la siderurgia italiana, che fa leva sui miliardi del ...

Oggi sulla stampa