Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Avvocato esperto, ko le sanzioni

L’avvocato ultrasessantenne ed esperto, con una solida attività professionale alle spalle, non può essere sanzionato se vìola l’obbligo di formazione continua. Le sezioni unite civili della Cassazione con la sentenza 9549 del 12 aprile 2021, hanno accolto il ricorso di un legale che aveva seguito 29 corsi di formazione al posto dei 50 obbligatori, dichiarando la retroattività delle norme che esonerano gli ultrasessantenni. Dopo una lunga quanto complessa motivazione, con la quale il Massimo consesso di Piazza Cavour ha ripercorso vecchie e nuove norme, è stato chiarito una volta per tutte che la causa di esonero introdotta dall’art. 11, c. 2, legge 247 /2012 e conseguente al raggiungimento del sessantesimo anno di età, incidendo in maniera innovativa e più favorevole sull’obbligo deontologico di formazione continua dell’avvocato e sul connesso dovere deontologico, si applica anche al procedimento disciplinare nel quale si contesti l’inosservanza dell’obbligo di formazione continua dell’avvocato in relazione a periodi precedenti l’entrata in vigore della medesima disposizione, in quanto trova applicazione il regime transitorio di cui all’art. 65, della legge n. 247/2012, nella parte in cui prevede che «le norme contenute nel codice deontologico si applicano anche ai procedimenti disciplinari in corso al momento della sua entrata in vigore, se più favorevoli per l’incolpato». La vicenda riguarda un avvocato poco più che sessantenne il quale aveva seguito poco più della metà dei corsi di formazione obbligatori. Per questo era stato prima sanzionato con censura e poi con avvertimento. Contro la decisione del Coa ha presentato ricorso alla Suprema corte sostenendo che l’età, l’esperienza lavorativa lo esoneravano dall’obbligo di formazione continua. E ciò anche se la norma più favorevole era entrata in vigore quattro anni dopo la sua vicenda. Il massimo consesso ha accolto le sue ragioni bocciando la decisione. Al Cnf chiudere il sipario sulla vicenda.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’esordio di Andrea Orcel come ad di Unicredit, uscita con un utile trimestrale doppio rispetto al...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica, non fa suo il progetto per una rete unica ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un blitz della Ragioneria generale dello Stato evita un "buco" di 24 miliardi nel decreto "Sostegni ...

Oggi sulla stampa