Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Avvocati, esami differenti

Tracce differenti da commissione a commissione, quesiti non pertinenti, mancato rispetto delle linee guida ministeriali. È la situazione con cui si stanno confrontando i praticanti avvocati che stanno svolgendo in questi giorni la prova di abilitazione orale (il recupero di quella del 2020) secondo quanto denunciato dalla consulta dei praticanti dell’Aiga, l’Associazione italiana giovani avvocati. «Apprendiamo con sommo dispiacere», si legge nella nota diffusa dall’Associazione, «che molte sottocommissioni esaminatrici, nel sottoporre le tracce per la prima prova orale ai candidati, non si stiano adeguando a quelle che sono le linee guida emanate dal ministero per la redazione delle stesse, con grave pregiudizio della parità di trattamento tra gli esaminandi». L’Aiga elenca poi le varie segnalazioni che le sono pervenute: “si parla di quesiti non inerenti le materie oggetto d’esame, in totale spregio delle linee guida ministeriali. In altri casi, invece, tracce molto lunghe e complesse e non di pronta soluzione visto che il candidato ha a disposizione solo 30 minuti per poter studiare il caso ed elaborare una soluzione.

Addirittura, in taluni casi al candidato sono state proposte vecchie tracce che normalmente venivano somministrate per gli scritti, dove il praticante aveva sette ore di tempo». La problematica, secondo l’Aiga, è nel decreto che ha istituito l’esame orale di abilitazione forense, dove non è stata prevista la centralizzazione delle domande al ministero, nonostante vari emendamenti presentati sull’argomento, alcuni dei quali sembravano sul punto di essere approvati durante l’esame in commissione. «Auspichiamo», conclude la nota dell’Associazione, «che le nostre segnalazioni vengano adeguatamente prese in considerazione dal ministero e dalla commissione centrale al fine di riportare le sottocommissioni alla elaborazione di quesiti brevi, chiari e di pronta soluzione e dunque rispettosi delle linee guida elaborate dal ministero».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La nuova autorità nasce il mese prossimo con l'obiettivo di colpire i traffici illeciti. Leggi ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Alle imprese italiane che hanno fatto ricorso alle moratorie previste dall’articolo 56 del decret...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una spinta, sia pure indiretta, a una più complessiva riforma della riscossione (cui peraltro il G...

Oggi sulla stampa