Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Avvocati, aria di sciopero

Avvocatura in sciopero contro la riforma della geografia giudiziaria. A maggio si terranno infatti due giornate di astensione e sarà organizzata una manifestazione nazionale a Roma contro la chiusura di mille uffici giudiziari. È quanto è emerso nel corso dell’incontro, promosso dall’Organismo unitario dell’avvocatura e sostenuto dal Coordinamento degli ordini minori, che si è tenuto sabato scorso a Roma, dove hanno partecipato il Consiglio nazionale forense e una rappresentanza degli ordini forensi e delle associazioni e dei sindaci dei comuni interessati dal provvedimento.

Adesione all’iniziativa, afferma l’Oua nella nota diramata, è giunta anche dalla concomitante assemblea degli ordini in svolgimento a Trani. Alla fine dei lavori è stato quindi approvato un documento che, oltre a proclamare lo sciopero e la manifestazione nazionale, chiede la sospensione immediata della revisione della geografia giudiziaria già in corso e che sarà a regime dal 13 settembre. «Da oggi prosegue e si rafforza quella che è una battaglia di civiltà e di buon senso», afferma il presidente Oua, Nicola Marino, «per tutelare la giustizia di prossimità ed evitare di far precipitare nel caos la nostra già malandata macchina giudiziaria». «Quella in corso è una riforma spot, con i piedi di argilla», prosegue Marino, «destinata a franare e, quindi, a ingolfare il sistema, a fronte di risparmi risibili nel breve periodo e perdite nel medio-lungo. Si tagliano sezioni distaccate, tribunali e uffici di giudici di pace che spesso sono esempio di grande efficienza, si scaricano sui Comuni il mantenimento delle strutture che si vogliono salvare dal provvedimento di chiusura». Intanto, il ministero della giustizia prosegue dritto per la sua strada, e gli enti locali che vorranno richiedere il mantenimento degli uffici del giudice di pace soppressi, facendosi integralmente carico delle spese di funzionamento e di erogazione del servizio giustizia nelle relative sedi, nonché del fabbisogno del personale amministrativo, hanno tempo fino al 29 aprile per presentare domanda.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’esordio di Andrea Orcel come ad di Unicredit, uscita con un utile trimestrale doppio rispetto al...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica, non fa suo il progetto per una rete unica ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un blitz della Ragioneria generale dello Stato evita un "buco" di 24 miliardi nel decreto "Sostegni ...

Oggi sulla stampa