Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Autorizzazioni e provvedimenti: notifiche su piattaforma online

Notifica digitale con pieno valore legale di atti, provvedimenti, avvisi e comunicazioni verso cittadini ed imprese attraverso una piattaforma telematica gestita da PagoPa Spa. Con l’obiettivo di ridurre i costi e di diminuire i contenziosi legati ai vizi della notifica stessa, l’articolo 26 del Dl Semplificazioni (Dl 76/2020), come convertito in legge (la legge di conversione 120/2020 è stata pubblicata sulla «Gazzetta Ufficiale» del 14 settembre), disciplina le modalità di funzionamento della piattaforma per la notificazione digitale degli atti delle pubbliche amministrazioni. La disciplina, analogamente ad altre misure contenute nel Dl, risulta caratterizzata dalla evidente volontà di semplificare, per quanto possibile, meccanismi complessi, quali quelli della notifica di atti amministrativi, avvalendosi delle potenzialità offerte dagli strumenti telematici, compresi i meccanismi di blockchain, e assicurando allo stesso modo quelle caratteristiche di autenticità, immodificabilità, reperibilità ed integrità dell’atto indispensabili per la validità degli atti. Abbattere le spese vive di stampa cartacea e di spedizione degli atti, garantire la certezza dell’avvenuta notifica riducendo anche le tempistiche di consegna rappresentano indubbiamente elementi da considerare per le Pa per aderire alla piattaforma. Va infatti segnalato come l’adesione sia prevista al momento su base volontaria, sia per le amministrazioni che per i destinatari degli atti. Per cittadini e imprese, allo stesso modo, l’autenticazione alla piattaforma tramite le credenziali Spid o la Cie (carta d’identità elettronica), assicura la certezza di ricevere atti e provvedimenti, non necessariamente e non solo impositivi, senza incorrere in eventuali mancati recapiti, e rafforzando la propria confidenza nei tempi di risposta delle amministrazioni e nella completa e continuativa accessibilità agli atti in qualsiasi luogo e momento come depositati presso il proprio «cassetto notifiche» così da potere ritirare direttamente l’atto ed effettuare eventuali pagamenti, ove necessari.

Perimetro soggettivo

Possono aderire alla piattaforma di notifica tutte le amministrazioni pubbliche, gli agenti della riscossione e, limitatamente agli atti emessi nell’esercizio delle attività agli stessi affidati, anche gli altri soggetti preposti all’accertamento e alla riscossione di tributi ed altre entrate per conto degli enti locali. Più nel dettaglio le amministrazioni sono quelle elencate all’articolo 1, comma 2 del decreto legislativo n. 165 del 2001, compresi tra gli altri istituti e scuole, aziende ad ordinamento autonomo, Regioni, Province, Comuni, istituzioni universitarie e Camere di commercio, oltre alle aziende del Servizio sanitario nazionale. Quanto invece ai destinatari, vi rientrano i soggetti privati, e cioè persone fisiche, quelle giuridiche, enti, associazioni, nonché i soggetti pubblici quanto residenti o con sede legale in Italia oppure che risiedono all’estero ma che sono titolari del codice fiscale, oltre a loro eventuali delegati ad accedere alla piattaforma. Il controllo e la gestione della piattaforma sono affidati a PagoPa Spa la quale può affidare, in tutto o in parte, lo sviluppo a Poste Italiane Spa (l’attuale fornitore del servizio postale universale su tutto il territorio nazionale).

Perimetro oggettivo

Oggetto di notifica digitale tramite piattaforma possono essere atti, provvedimenti, avvisi e comunicazioni delle pubbliche amministrazioni con esclusione degli atti del processo civile e penale, per l’applicazione di misure di prevenzione, amministrativo, tributario e contabile, nonché i provvedimenti e le comunicazioni ad essi connessi.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa