Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Attenzione al Whistleblowing

Tra i principali attori nella gestione dei patrimoni familiari, le fiduciarie sono tra le strutture più duttili e dunque più abili ad adattarsi di volta in volta alle diverse esigenze del cliente, utilizzando gli strumenti giuridici più idonei e coadiuvando famiglie, ma anche aziende, nella supervisione delle attività seguite dai diversi consulenti che le assistono. Prima tra le strutture italiane per masse gestite, Unione Fiduciaria vanta un team di 200 specialisti nell’area consulenza banche e intermediari finanziari e fornisce soluzioni in materia di corporate governance, controlli interni e outsourcing delle funzioni di controllo, anche a interlocutori come banche, sgr, sim, fiduciarie, ossia l’intero e articolato mondo dell’intermediazione finanziaria. Nata 70 anni fa a Milano per iniziativa di un gruppo di banche popolari, Unione Fiduciaria è la più vecchia società fiduciaria italiana. E con più di 7 mila clienti, oltre 12 miliardi di euro amministrati e un’estesa rete di corrispondenze oltre confine che le consente di offrire assistenza fiduciaria a livello internazionale, è anche la più grande. Nel corso del tempo, ai primi otto istituti se ne sono aggiunti altri, ma nessuno possiede la maggioranza. Un elemento che sancisce la sua indipendenza e mette al sicuro la clientela dal rischio di eventuali conflitti d’interesse.L’Uif svolge un’attività diversificata: a quella tradizionale della fiduciaria affianca l’information technology, offrendo soluzioni informatiche per tutte le problematiche dell’intermediazione bancaria, e la formazione, organizzando incontri su tematiche inerenti la normativa sui servizi finanziari, l’antiriciclaggio e la Privacy. Ma va segnalata anche l’attività in campo editoriale: risale a settembre di quest’anno, per esempio, la pubblicazione del volume Le fiduciarie nel private banking, che descrive quando e come le società fiduciarie possono intervenire nei processi del private banking e quale sia il valore aggiunto che possono portare ai professionisti del settore.

La materia all’ordine del giorno in questo momento per l’associazione è però l’antiriciclaggio, un tema caldo sul quale devono essere ancora completamente assorbite e metabolizzate le recenti novità normative, come quelle comprese nel Decreto Legislativo 179 del 30 novembre 2017. Tra gli argomenti più attuali che documentano l’impegno della società su molti fronti c’è anche il Whistleblowing, che prevede l’obbligo per le aziende di dotarsi di procedure che consentano ai dipendenti di segnalare infedeltà o comportamenti illeciti di altri colleghi. «È un intervento importante», ha spiegato a MF-Milano Finanza Fabrizio Vedana, vicedirettore generale di Uif. «Ora la protezione di chi denuncia illeciti viene rafforzata. Anche se mancano ancora formazione e informazione: sia dei responsabili nominati dalle aziende come soggetti destinatari delle segnalazioni, sia dei dipendenti che attribuiscono al Whistleblowing una connotazione più negativa, legata al tradimento della fiducia di un collega, che positiva, ossia quella della tutela dell’azienda da illeciti commessi a suo danno da dipendenti disonesti».

Unione Fiduciaria, dal canto suo, è intervenuta concretamente, realizzando l’App Whistleblowing Italia. «L’introduzione di un codice di sicurezza OTP (One Time Password) porterà una maggiore sensibilizzazione da parte di tutti i soggetti coinvolti», conclude il Vedana. «Unico problema è la spesa che comporta, in quanto occorre acquistare un cellulare dedicato esclusivamente alla creazione del codice, a meno di non voler usare quello personale. Con il rischio, però, di rendere difficile la gestione dell’adempimento in caso di assenza dall’ufficio del proprietario del telefonino». Su questo tema l’Uif ha organizzato due convegni a Milano in novembre: «Whistleblowing: applicazione e esigenze di tutela a un anno dalla legge 179/17», che si terrà il 27, e il Whistleblowing Forum, previsto per il giorno 30, che tratterà, tra l’altro, di prevenzione della corruzione e di Whistleblowing nei diversi ambiti: privato, pubblico, bancario, finanziario, assicurativo e società quotate».

Roberto Carcano

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Maximo Ibarra ha rassegnato le sue dimissioni da Sky Italia per diventare amministratore delegato e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non cede all’ottimismo il ministro dell’Economia Daniele Franco che punta l’indice sui due pun...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

In punta di diritto: la contrarietà a un giudicato nazionale, nel contesto del giudizio di ottemper...

Oggi sulla stampa