Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Assemblee in videoconferenza

Anche le associazioni di promozione sociale, le organizzazioni di volontariato e le onlus potranno riunire le assemblee per le modifiche statutarie o per l’approvazione del bilancio con mezzi di telecomunicazione fino al 31/7/2021. Viene così colmata una lacuna inserita nella legge di conversione del Milleproroghe (legge 26/2/2021 n. 21), secondo la quale mentre a tutte le associazioni e fondazioni si dava la possibilità di utilizzare la videoconferenza fino al 31/7/2021, per le onlus, le odv e le aps (per motivi davvero non semplici da comprendere) si consentiva tale modalità solo fino al 30 aprile 2021 (si veda ItaliaOggi 7 dell’ 8 marzo).

Il decreto legge «Misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, in materia di vaccinazioni anti Sars-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici» approvato dal consiglio dei ministri del 31 marzo 2021 (si veda ItaliaOggi di ieri) elimina dall’articolo 106, comma 8-bis, del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, le parole «diverse dagli enti di cui all’articolo 104, comma 1, del codice di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117» conferendo in tal modo la possibilità di convocare l’assemblea in videoconferenza per tutte le associazioni, a prescindere dalla tipologia di enti.

Va ricordato che l’art. 14, comma 2 del decreto legge 22 marzo n. 41 (c.d. Sostegni), ha esteso al 31 maggio la possibilità per detti enti di modificare gli statuti con le maggioranze semplificate delle assemblee ordinarie, il che, in assenza di detta proroga non si sarebbe potuto effettuare attraverso mezzi di telecomunicazione. Seppure le disposizioni in deroga sono espressamente previste per le assemblee, non appare dubbio che tale modalità, fino al 31 luglio, possa essere utilizzata anche per tutte le riunioni degli amministratori (sia nei cda, che nei comitati esecutivi), sia dai componenti degli organi di controllo delle associazioni. In tal senso anche Assonime che, nelle proprie comunicazioni agli associati del marzo 2020, ebbe ad affermare che la possibilità di utilizzare per le assemblee le audiovideo-conferenze «costituisce espressione di un principio generale applicabile alle riunioni di ogni organo sociale.

Altre misure

Proroga delle misure d’emergenza per gli uffici giudiziari. Possibilità del deposito cartaceo degli atti, in caso di malfunzionamento del portale del processo penale telematico. Svolgimento delle prove scritte del concorso di magistratura. Sono queste alcune norme, riguardanti il mondo della giustizia, previste nel decreto legge anti-Covid. Sono dunque state prorogate al 31 luglio 2021 le misure per l’esercizio dell’attività giudiziaria, durante l’epidemia da Covid. Obiettivo, consentire una fluida amministrazione della giustizia. In caso di malfunzionamento certificato del portale del processo penale telematico e per ragioni eccezionali, spiega una nota del dicastero, una norma prevede la rimessione in termini e che l’autorità giudiziaria possa autorizzare il deposito di singoli atti e documenti in formato analogico, fino alla riattivazione dei sistemi. È consentito lo svolgimento della prova scritta del concorso per magistrato ordinario, indetto con decreto del ministro della giustizia 29 ottobre 201, anche in deroga alle disposizioni vigenti e con modalità operative saranno stabilite con un decreto del ministro della giustizia, entro 30 giorni dall’entrata in vigore del dl anti-Covid approvato mercoledì. La prova scritta consiste nello svolgimento di sintetici elaborati su due materie, individuate mediante sorteggio. Si prevede espressamente che l’accesso dei candidati ai locali destinati allo svolgimento della prova scritta e della prova orale sia subordinato alla presentazione di una dichiarazione sostitutiva, sulle condizioni previste dal decreto del ministro della giustizia concernente l’accesso ai locali adibiti alle prove.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ancora un semestre di transizione per il gruppo Enel. La società leader del settore energia - nonc...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo un anno di trattative Unicredit, con accelerazione da pochi attesa, irrompe verso l’acquisiz...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

A un certo punto della trattativa a un ministro dei 5 Stelle scappa detto che «qui crolla tutto»....

Oggi sulla stampa