Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Asse fra Banca d’Italia e Consob per la sicurezza cibernetica

La Banca d’Italia e la Consob annunciano una strategia comune per rafforzare la sicurezza cibernetica del settore finanziario italiano attraverso specifiche misure destinate a tutte le strutture coinvolte e adeguandosi ai sistemi già da tempo in uso in Europa.

L’obiettivo – si legge in una nota congiunta – è quello di «contrastare le minacce informatiche legate allo sviluppo delle nuove tecnologie e dell’economia digitale, a innalzare la sicurezza degli operatori finanziari e dei servizi digitali offerti a cittadini, imprese e Pubblica amministrazione, nonché ad assicurare l’affidabilità del sistema finanziario nel suo complesso». Per dare una dimensione della crescente esposizione ai rischi cui i sistemi finanziari sono esposti basta ricordare una recente stima del World economico forum, secondo cui entro il 2020 saranno interconnessi oltre 200 miliardi di computer al cosiddetto ecosistema del «Internet delle cose», contro i 6 milioni del 2006. Mentre nel 2017, nel suo primo anno di attività, CERTFin, il nuovo organismo specializzato nella cybersecurity del settore bancario e finanziario attivato da Bankitalia con Abi, ha esaminato oltre 800 cyber event che hanno interessato intermediari e infrastrutture finanziarie.

Il piano d’azione Bankitalia-Consob riguarderà diverse aree di intervento: regolamentazione e supervisione, cooperazione pubblico-privato, formazione e sviluppo di consapevolezza sui rischi cibernetici. Più in particolare, la Banca d’Italia e la Consob utilizzeranno strumenti di valutazione del rischio cyber, già adottati nell’ambito dell’Eurosistema, come le Cyber Resilience Oversight Expectations for Financial Market Infrastructures (CROE), metodologia per la supervisione del rischio cyber. La Banca d’Italia e la Consob svilupperanno inoltre il TIBER-IT, modello per lo svolgimento di test derivato dal framework europeo di Threat Intelligence-Based Ethical Red Teaming (TIBER-EU), valutandone l’ambito, le modalità e la tempistica di applicazione alle diverse entità finanziarie, secondo un principio di gradualità che tenga conto del livello di preparazione degli operatori.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Con lo slittamento della firma prevista per oggi, i consulenti del Governo, i commissari e i rappres...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Quando la strada sembra in discesa si ripresenta sempre un imprevisto in grado di deviare il corso d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Bnl rinforza la prima linea della divisione corporate: Paolo Vetta diventa nuovo capo del mercato co...

Oggi sulla stampa