Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Arriva il Recovery fund, obiettivo: più occupazione

Ventotto pagine e una sorpresa. Oggi il governo invia al Parlamento le linee guida sul piano per utilizzare il Recovery fund, i 209 miliardi messi a disposizione dalla Ue. La sorpresa è che tra le sei aree di intervento ce n’è una dedicata alla salute, che in una prima versione non era prevista anche se il tema compariva in maniera indiretta. Non è una questione tecnica ma politica. La salute è diventata una voce a sé su pressione del Movimento 5 Stelle, che in quella mancanza leggeva un assist all’utilizzo del Mes, altro fondo da destinare solo alla sanità. Per l’Italia vale 36 miliardi: il Pd vuole utilizzare, il M5S no. Dovrà poi trovare collocazione una parte dei 660 progetti inviati dai singoli ministeri, che però saranno inviati a Bruxelles solo a gennaio. Tra gli obiettivi:«Raddoppiare il tasso di crescita dell’economia», che negli ultimi dieci anni è stato dello 0,8%, la metà della media Ue. E «aumentare il tasso di occupazione di 10 punti «per arrivare all’attuale media Ue», passando dal 63% al 73,2%.

Il documento indica poi sei riforme da completare entro il 2021. C’è quella della pubblica amministrazione, che comprende un «efficace utilizzo dello smart working». Quella del Fisco, con una «riduzione strutturale» delle tasse sul lavoro «tramite riforma Irpef in chiava progressiva». E quella del lavoro che comprende anche il «salario minimo». E per il commissario europeo Paolo Gentiloni — che ripete l’invito a «non disperdere il Recovery fund in centinaia di interventi — «è il momento giusto per avere un salario minimo nella Ue».

L’Italia segna a luglio un calo delle vendite al dettaglio del 7,2% sull’ anno (-8,5% nei primi 7 mesi), ma l’Istat intravede «estesi segnali di ripresa». L’agenzia di rating Fitch taglia le stime sul Pil per quest’anno a -10% dal precedente -9,5%, ma le alza per il 2021, prevedendo un rimbalzo del +5,4%.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa