Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Arriva in porto l’Opa infinita su Cerved


La Ion di Andrea Pignataro e il fondo Fsi guidato da Maurizio Tamagnini conquistano il controllo di Cerved. Ci sono voluti 6 mesi e tre cambi dell’Opa, ma alla fine il 79% degli azionisti del gruppo dei servizi finanziari ha accettato i 10,2 euro proposti. Tuttavia, se nella serata di venerdì 4 agosto Pignataro non avesse rimodulato l’offerta, abbassando il quorum di efficacia – che era l’80% – ieri l’operazione sarebbe saltata per un soffio. Cerved era sbarcata a Piazza Affari nell’estate del 2014 a un prezzo di collocamento di 5,10 euro, ora si appresta a salutare il listino a un valore che è il doppio. Fin da subito la società si era messa in luce sia per il suo team di manager sia per il fatto di esser riuscita a continuare a crescere in un contesto molto difficile. Cerved era poi una delle poche e vere public company tricolori ad aver saputo attrarre, in più di un’occasione, l’interesse degli investitori esteri e dei private equity. Quanto a Pignataro, che con la Ion ha costruito un gruppo di partecipazioni da 20 miliardi di asset, in nove mesi in Italia ha chiuso con successo 4,6 miliardi di deal, tra cui l’acquisto per Cedacri, l’accordo con Illimity e l’Opa su Cerved .

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Meno vincoli della privacy per l’utilizzo delle nuove tecnologie in chiave antievasione. La deleg...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il green pass diventa obbligatorio per quasi 20 milioni di lavoratori. Da metà ottobre per acceder...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ha preso il via il digital tour di Imprese vincenti 2021, il programma di Intesa Sanpaolo per la va...

Oggi sulla stampa