Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Apple abbandona Google Pronte le nuove mappe in 3d

«È la cosa più bella che mi sia mai successa. Devo chiamare subito il mio papà per dirglielo». Sono emozionatissimi i due giovani sviluppatori americani di 14 e 15 anni che hanno potuto incontrare e farsi fotografare assieme al numero uno di Apple Tim Cook alla fine del suo keynote, il discorso di apertura della settimana dedicata agli sviluppatori software di Apple. A differenza di Steve Jobs, che non si concedeva a nessuno come una vera prima donna, Cook ha inaugurato con decisione un nuovo stile alla guida di Apple. Più informale e rilassato, almeno all’apparenza, e sensibile alle difficoltà della vita (venti minuti dedicati alle apps che aiutano gli utenti con disabilità fisiche e mentali), Cook ha concluso il suo intervento durato due ore e al quale hanno partecipato anche i tre colonnelli di Apple Phil Schiller, Greg Federighi e Scott Forstall, dicendo: «I prodotti che realizziamo possono cambiare il mondo e non riesco a pensare a una ragione migliore per alzarmi ogni mattina e andare al lavoro».
Durante la presentazione, oltre ai nuovi prodotti e servizi, c’è stato anche spazio per sottolineare la performance operativa di Apple: 30 miliardi di apps scaricate, 400 milioni di account sul negozio di Apple e 650mila apps disponibili, 155 paesi dove esiste un Apple Store in cui comprare i prodotti marchiati con la mela.
A parte la maggiore disponibilità di Cook rispetto al predecessore Jobs, Apple ha mantenuto le indiscrezioni circolate nelle scorse settimane sugli annunci previsti. Aggiornamento per tutti i suoi computer portatili e un nuovo modello di MacBook Pro con schermo da 15 pollici super-sottile subito disponibile, presentazione delle funzionalità del sistema operativo dei Mac in versione 10.8 Mountain Lion e di iOS 6 per iPhone e iPad. Come previsto, è saltato anche l’accordo milionario con Google per la fornitura delle mappe sui dispositivi Apple (dal quale Google guadagnava decine di milioni di dollari a settimana), che adesso fanno da soli presentando un nuovo sistema più integrato con iPhone e iPad e dotato di vista 3D avanzata e di navigatore per auto gratuito. Arrivano anche la dettatura e il riconoscimento della voce per l’Italia, a nove mesi dal lancio di Siri, e anche per Spagna e Cina. Sono oltre 200 le nuove funzionalità di OS X 10.8 che uscirà a luglio e di iOS 6 che sarà invece disponibile questo autunno, quando ragionevolmente usciranno i nuovi iPad e iPhone. Tra le principali: integrazione con Facebook, sistema per raccogliere coupon e biglietti virtuali di cinema e aerei, condivisione dello stream di foto, oltre a un efficiente filtro delle chiamate e messaggi per chi lascia il telefono acceso la notte.
Ma a impressionare di più è il nuovo MacBook Pro con schermo Retina ad altissima risoluzione che è diventato subito «l’oggetto del desiderio» del colosso di Cupertino.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa