Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Una app per pagare le tasse Equitalia lancia Equiclick

La riscossione in pochi click. Equitalia lancia una app e un nuovo portale per migliorare le procedure e offrire servizi più semplici e immediati ai cittadini. Tutto transita per Equiclick la nuova app dell’agenzia di riscossione disponibile sugli store Android, Apple e Microsoft. La modalità di accesso alle informazioni e all’operatività dell’agenzia guidata da Ernesto Maria Ruffini è stata sviluppata per smartphone e tablet. In pratica, una volta scaricata l’applicazione, da oggi è possibile verificare via telefonino o Ipad la propria situazione debitoria, pagare le cartelle e gli avvisi, sospendere la riscossione. L’obiettivo è realizzare un canale alternativo allo sportello fisico di Equitalia. Con l’auspicio, tra l’altro, di registrare una flessione dell’affluenza presso gli uffici, riducendo così, tanto i tempi di attesa quanto le inevitabili proteste da parte dei contribuenti. Tornando a Equiclick vale specificare che il servizio è suddiviso in due aree. Nel primo caso è possibile accedere senza registrarsi né inserire credenziali. Attraverso pochi click i contribuenti possono saldare le cartelle e gli avvisi, pagando con una carta di credito o con una carta prepagata. Nell’area riservata gli utenti possono accedere solo dopo avere inserito codice fiscale, password e codice pin ottenuti on line. Una procedura più articolata che però consente di verificare in tempo reale la propria situazione, selezionando dalla lista dei documenti quelli che si intende pagare. L’app in questo caso permette, tra l’altro, di generare e stampare il codice del bollettino Rav con l’importo e saldare così il debito. Tra le funzionalità la rateizzazione per importi fino a 50 mila euro e il sistema di avviso per memorizzare le scadenze delle rate sul calendario dello smartphone.

Una funzione che prelude il lancio in autunno di un servizio di alert tramite sms per segnalare scadenze e avvisi. Agli utenti dell’area riservata è permesso anche di chiedere la sospensione della riscossione, in attesa di verifiche dell’ente creditore. «Vogliamo servire meglio i cittadini. Equiclick è un altro passo di un progetto più ampio che riteniamo doveroso per rendere meno complicata la vita ai contribuenti», sottolinea il numero uno di Equitalia Ruffini. Va aggiunto che tutti i servizi e le funzionalità saranno accessibili anche tramite il portale www.gruppoequitalia.it.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Con una valutazione pari a tre volte i ricavi, ossia di 1,5 miliardi di euro, Cedacri sta per essere...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ecco uno squarcio sui ritardi del piano italiano per accedere ai 209 miliardi del Next Generation Eu...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Alla fine il governo ha deciso di sposare la linea del Comitato tecnico scientifico: scuole di ogni ...

Oggi sulla stampa