Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Aponte chiama Onorato al timone di Msc

Colpo di scena nel mondo delle crociere. Gianni Onorato, l’ex direttore generale del gruppo Costa, l’uomo di fiducia di Miami al quale la compagnia di navigazione aveva affidato la difesa della propria immagine dopo la tragedia dell’isola del Giglio, lascia Genova e si trasferisce a Ginevra. Con un avanzamento di carriera. Dal 2 settembre ricoprirà la carica di ceo di Msc Crociere.
Quasi 30 anni di esperienza nell’industria crocieristica (di cui nove come direttore generale del principale concorrente, Costa Crociere che con Msc si contende il primato del mercato italiano), Onorato entra nella galassia di Gian Luigi Aponte, l’armatore sorrentino che da anni ha trasferito la sua attività in Svizzera. Dove prenderà il posto di Pier Francesco Vago, il genero di Aponte che continuerà a guidare la shipping company nel ruolo di executive chairman. «Lavorerò per rafforzare la posizione di leadership di Msc Crociere e farò tutto il possibile per rendere gli ambiziosi piani di sviluppo dell’armatore una realtà» dice Onorato che si trasferirà a Ginevra con la moglie e i quattro figli.
In realtà il manager, nato 53 anni fa a Torre del Greco, si era già dimesso da Costa Crociere nel giugno scorso. Mentre la compagnia controllata dal gruppo Carnival stava portando avanti un lento processo di ricambio del vertice. Con l’obiettivo di presentarsi al mercato con un’immagine rinnovata dopo il tragico incidente della Costa Concordia. Un passaggio particolare per Onorato, dal più grande gruppo di crociere al mondo, quotato in Borsa, a una società privata più giovane. «Ho già maturato esperienza con una società a conduzione familiare, visto che ho lavorato con Costa Crociere dal 1986 al 1997 prima dell’acquisizione di Carnival» spiega il neo ceo che confida nelle potenzialità di sviluppo del gruppo di Aponte. «MSC Crociere non solo dispone di una flotta ultramoderna, ma è anche pronta a nuove sfide» e allo sviluppo di nuovi mercati, come la prima volta di Msc Divina, una delle ammiraglie della flotta, negli Stati Uniti per gli itinerari caraibici.
La nomina di Onorato arriva in un momento cruciale per il mercato delle crociere: dopo un 2012 difficile, il settore sembra aver recuperato terreno, e soffrire meno di altri la crisi dei consumi che ha colpito anche il turismo. Msc Crociere «ha attraversato un periodo di rapida espansione — spiega Vago —: con la costruzione di dieci nuove unità in poco meno di dieci anni, la creazione di tre nuove classi di navi e l’apertura di 45 uffici in tutto il mondo». Oltre alla nuova sede italiana, in via di realizzazione a Genova, nelle torri di San Benigno, vicino al porto commerciale.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa