Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Antitrust multa Apple e Samsung

«Apple e Samsung hanno realizzato pratiche commerciali scorrette rilasciando aggiornamenti del firmware dei cellulari che hanno provocato gravi disfunzioni e ridotto le prestazioni, accelerando il processo di sostituzione degli stessi».
È dura la nota con cui l’autorità Antitrust ha reso pubblico l’esito di controlli – avviati in seguito a diverse segnalazioni delle associazioni di consumatori – che ieri sono giunti a un epilogo non scontato. «Alle due imprese – continua la nota dell’autorità garante della concorrenza e del mercato – sono state applicate sanzioni pari al massimo edittale, vista la gravità delle condotte e la dimensione delle imprese: 5 milioni di euro a Samsung e 10 ad Apple», quest’ultima accusata di due pratiche scorrette.
Dal maggio 2016 Samsung «ha insistentemente proposto ai proprietari di Note 4 (in vendita dal 2014) di installare il firmware Android Marshmallow nato per il più recente Note 7». La colpa? «Non aver informato i consumatori dei gravi malfunzionamenti cui sarebbero andati incontro» a causa delle maggiori sollecitazioni dell’hardware e «aver applicato, per riparazioni fuori garanzia connesse a tali malfunzionamenti, costi elevati».
Quanto ad Apple, dal settembre 2016 ha «insistentemente proposto, ai possessori di vari modelli di iPhone 6 (6/6Plus e 6s/6sPlus, in vendita rispettivamente dal 2014 e dal 2015), di installare il sistema operativo iOS 10 sviluppato per l’iPhone7, anche in questo caso senza informare delle maggiori richieste di energia e dei possibili inconvenienti». Per limitare le problematiche, Apple ha rilasciato, nel febbraio 2017, un nuovo aggiornamento (iOS 10.2.1), «senza tuttavia avvertire che la sua installazione avrebbe potuto ridurre la velocità di risposta e la funzionalità dei dispositivi. Apple è stata sanzionata anche perché, «fino a dicembre 2017 non ha fornito ai consumatori informazioni essenziali sulla vita media e sulla deteriorabilità delle batterie al litio».
Nella serata di ieri è giunta la reazione di Samsung. La società dichiara di «non condividere la decisione presa dall’Antitrust» e annuncia di voler «ricorrere in appello». Strada che potrebbe essere seguita anche da Apple. Ma i guai per le due società potrebbero non essere finiti. Le associazioni dei consumatori annunciano battaglia: «L’Intervento dell’Antitrust – spiega Federconsumatori – apre le porte a una iniziativa legale per risarcimenti di carattere collettivo».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

In anticipo su alcuni aspetti, ad esempio lo smaltimento dei crediti in difficoltà; in ritardo su a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le materie prime – soprattutto l’oro e il petrolio – sono tornate a regalare soddisfazioni all...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Apprezzamento unanime» per i dati di bilancio e conferma del sostegno all'amministratore delegato...

Oggi sulla stampa