Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Antiriciclaggio nei giochi senza fermare il settore

Stretta antiriciclaggio nei giochi, con gli operatori destinatari di una serie di obblighi, anche per scongiurare l’utilizzo del contante e rafforzare i presidi di tracciabilità, in modo da tutelare le aziende del gioco legale e permettere alle stesse di «continuare a operare in un settore sicuramente importante per l’economia». È uno degli aspetti sollevati dal direttore generale dell’Abi (Associazione bancaria italiana) Giovanni Sabatini, intervenuto ieri in audizione presso la commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario in merito alle criticità del rapporto tra banche e operatori del gioco legale.

L’intervento di Sabatini si è incentrato su un commento in merito alle nuove linee guida dell’Eba l’Autorità bancaria europea: «e’ particolarmente apprezzabile», le parole del dg Abi, «la decisione dell’Eba volta a riesaminare le proprie linee guida sulla vigilanza basata sul rischio rivolte alle autorita’ nazionali, per enfatizzare l’importanza per le autorita’ competenti di sviluppare una buona comprensione del rischio di riciclaggio e sollecitarle all’emanazione di ulteriori orientamenti settoriali. Dato lo specifico rischio di riciclaggio, a livello nazionale sono state introdotte ulteriori disposizioni per gli operatori di giochi, che li vedono destinatari anche di obblighi anti-riciclaggio. Questo quadro», ha continuato Sabatini, «non determina per sé la chiusura o l’interruzione del rapporto bancario, ma richiede una verifica rafforzata che richiede un’acquisizione di una serie di ulteriore informazioni oltre a quelle previste per la verifica ordinaria». Il direttore generale dell’Abi ha poi sottolineato come siano al lavoro, insieme anche all’Agenzia delle dogane e dei monopoli, per garantire l’operatività del comparto: «Occorre trovare soluzioni che consentano da un lato il rispetto della normativa e allo stesso tempo permettano ad operatori autorizzati e vigilati di continuare ad operare in un settore sicuramente importante anche per l’economia. Non vanno sottovalutate in tale contesto» ha concluso Sabatini, «iniziative di sensibilizzazione, al fine di formare le imprese e renderle sempre più consapevoli del quadro normativo di riferimento e degli adempimenti».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vogliono trasformare Wall Street nella loro foresta di Sherwood. E per mantenere la promessa di rub...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il cloud sovrano dove migrare i dati informatici della Pubblica amministrazione sarà gestito solo ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Se fosse ancora necessario, nelle prossime settimane dal palazzo più importante della giustizia it...

Oggi sulla stampa