Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

«Anticipare le restrizioni». Allerta per altre 4 regioni

La Campania per ora resta zona gialla. E così pure l’Emilia-Romagna, il Veneto e il Friuli-Venezia Giulia, sebbene ieri il presidente dell’Iss, Silvio Brusaferro, abbia parlato di «quattro regioni che vanno verso un rischio alto e nelle quali è opportuno anticipare misure più restrittive». Si riferiva proprio a loro, Brusaferro, in base al monitoraggio settimanale della cabina di regia, composta da ministero della Salute e Iss, che analizza i 21 indicatori del contagio Covid in Italia.

Così, le 4 regioni da ieri sono entrate comunque «nello scenario 4, quello più critico, in una fascia di rischio moderato ma con alta probabilità di progressione». I tecnici del ministero della Salute si sono presentati subito a Napoli per verificare la correttezza dei dati trasmessi a Roma in questi giorni dalla Regione governata da Vincenzo De Luca: sulla base di queste verifiche, poi, il ministro della Salute, Roberto Speranza, forse già oggi prenderà la decisione.

L’allarme dell’Iss, intanto, è scattato e i governatori sembrano tutti intenzionati a correre ai ripari. Massimiliano Fedriga, Luca Zaia e Stefano Bonaccini, i presidenti rispettivamente di Friuli-Venezia Giulia, Veneto ed Emilia-Romagna, stanno già studiando un’ordinanza in comune per introdurre forse da venerdì le misure più restrittive invocate da Brusaferro. L’obiettivo è presto detto: controllare le piazze della movida, evitare gli assembramenti, ottenere una più equilibrata mobilità delle persone.

Ma l’Italia intera è in allarme. Vito Bardi, il presidente della Regione Basilicata, che da oggi passa da zona gialla ad arancione (bar, ristoranti e pasticcerie chiuse, salvo solo l’asporto e il delivery; vietati gli spostamenti tra Comuni se non per motivi di salute o di lavoro), sta valutando di introdurre la didattica a distanza (Dad) anche nelle scuole medie ed elementari.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cdp ha appena celebrato il più grande matrimonio del 2020, quello che ha portato alle nozze Sia (4,...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Era nell’aria, adesso c’è la conferma ufficiale: l’Opa del Crédit Agricole Italia è «inatt...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Iccrea esce dal capitale di Satispay ma non abbandona il fintech. L'operazione, anzi, ha l'obiettivo...

Oggi sulla stampa