Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Anatocismo, verifiche ampie

Il cliente può far accertare la nullità della clausole anatocistiche sugli interessi anche prima della chiusura del conto corrente. La rideterminazione immediata delle poste attive e passive consente di evitare annotazioni illegittime per il futuro e di aumentare l’affidamento bancario a lui concesso. Sono queste le importanti conclusioni raggiunte dalla sesta sezione civile della Cassazione con l’ordinanza 21646/18 del 5 settembre che ha accolto il ricorso di una signora nei confronti di un istituto di credito. La donna aveva chiesto al tribunale l’accertamento della nullità di clausole anatocistiche dei contratti di conto corrente intercorsi tra le parti e regolanti un rapporto di lunga durata. Il tribunale ha accolto la domanda ma la Corte d’appello ha riformato la decisione osservando che la domanda di ripetizione dell’indebito presupponeva un precedente pagamento e che alla data dell’introduzione del giudizio il rapporto di conto corrente era ancora in corso. La donna si è lamentata in particolare del fatto che la Corte d’appello avesse mancato di pronunciare sulla nullità della clausola relativa agli interessi anatocistici. Infatti la domanda di mero accertamento sulla validità della clausola che regolava la capitalizzazione trimestrale aveva funzione autonoma in quanto consentiva di appurare il saldo del conto corrente e di individuare chi tra la banca e il correntista, fosse debitore nei confronti dell’altro. La Suprema corte, nell’accogliere il ricorso, ha chiarito che il correntista, in una situazione quale quella in esame, ha comunque un interesse di sicura consistenza a che si accerti, prima della chiusura del conto, la nullità o validità delle clausole anatocistiche. Tale interesse, infatti, ha concluso la Cassazione, rileva sul piano pratico in tre direzioni: quella dell’esclusione, per il futuro, di annotazioni illegittime; quella del ripristino, da parte del correntista, di una maggiore estensione dell’affidamento a lui concesso, siccome eroso da addebiti contra legem; quella della riduzione dell’importo che la banca, una volta rielaborato il saldo.

Debora Alberici

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cinque nomi nuovi, a partire da Andrea Orcel, cinque conferme (più Pier Carlo Padoan, cooptato da p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Francesco Gaetano Caltagirone segue le orme di Leonardo Del Vecchio e, dopo anni passati ad arrotond...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Zero profitto, zero dividendo: così la Bundesbank ha chiuso il bilancio 2020, un bilancio pandemico...

Oggi sulla stampa