Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Amazon.it è sempre più italiana

di Andrea Secchi  

Quattro mesi esatti: il 23 novembre scorso è partito Amazon.it, la versione italiana del colosso dell'e-commerce mondiale, e ieri è stata annunciata l'apertura di una sede italiana, con tanto di centro di distribuzione. Tempo un anno per organizzare il tutto e gli ordini della Penisola non saranno evasi più dai centri già esistenti nei paesi vicini (Francia, Germania e Lussemburgo) ma dalla sede nel Nord Italia.

Al momento l'azienda fa sapere di non avere ancora scelto la sede definitiva, è già partito, invece, il reclutamento: il country manager è Martin Angioni, ex a.d. di Electa, la casa editrice di libri d'arte e illustrati del gruppo Mondadori, ma con lui lavoreranno almeno altri dieci manager, attualmente ricercati su www.amazon.it, così come i livelli intermedi e gli addetti al magazzino e alle spedizioni.

«Siamo felici della positiva risposta da parte dei clienti italiani», ha detto Diego Piacentini, senior vice president international retail, «e del loro interesse per Amazon Prime, il programma che garantisce la consegna gratuita in 2-3 giorni lavorativi al prezzo totale di 9,99 euro l'anno. Il nostro nuovo centro di distribuzione in Italia ci aiuterà ad assicurare a tutti i clienti italiani la consegna della merce con la massima precisione e velocità. Abbiamo già iniziato le assunzioni per le posizioni di manager e responsabili di team e nei prossimi mesi continueremo con tutte le funzioni necessarie all'operatività di un centro di distribuzione e logistica».

Lo stesso Piacentini aveva escluso a novembre un'apertura di una sede in Italia a breve: «Abbiamo un team per l'Italia (suddiviso nelle altre sedi, ndr) e questo per ora basta», aveva dichiarato a ItaliaOggi, «dopotutto per chi acquista è indifferente sapere dove sta la scrivania di chi opera». Evidentemente Amazon pochi mesi dopo ha fatto un calcolo valutando le vendite e l'opportunità o meno di tenere il modello iniziale.

L'azienda ha fatto sapere che grazie alla nuova sede potrà ampliare l'offerta con articoli sportivi, scarpe, abbigliamento, attrezzi da giardinaggio, articoli per la casa e prodotti di largo consumo. No comment, invece, su un futuro arrivo del Kindle, il famoso lettore di ebook per ora acquistabile in Italia (e in altri paesi) soltanto sul sito americano.

Nel 2010 Amazon ha fatturato a livello mondiale 34,2 miliardi di dollari (circa 24,2 miliardi di euro) con vendite internazionali che sono ammontate a 15,5 miliardi di dollari, il 45% del totale.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

ROMA — «Non esprimo alcuna opinione sull’Ops lanciata da Intesa Sanpaolo su Ubi Banca. A...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

BRUXELLES — «Grazie Ursula, non hai ceduto alle pressioni dei "frugali" e hai presentato u...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Groviglio di calcoli e condizioni per l’incentivo agli aumenti di capitale disposto dal Dl...

Oggi sulla stampa