Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Alt alla contumacia nelle cause in corso

L’addio alla contumacia riguarda anche i processi già iniziati. L’applicazione della sospensione del procedimento nei confronti degli irreperibili – introdotta dalla legge 67/2014, in vigore dallo scorso 17 maggio – varia in base alla fase in cui si trova il processo. La nuova disciplina, infatti, non detta una disposizione di diritto transitorio che regoli la sorte dei processi contumaciali in corso al 17 maggio. Occorre allora fare riferimento ai princìpi generali, vale a dire alla regola tempus regit actum (articolo 11, preleggi del Codice civile).
L'”atto” rilevante a tal fine dovrebbe essere individuato nella verifica della regolare costituzione delle parti nell’udienza preliminare e negli atti introduttivi del dibattimento; a tale momento procedimentale si farà quindi riferimento – se il giudice constata che l’imputato non è presente all’udienza – per applicare la nuova disciplina sul processo in assenza dell’imputato. In pratica, potrà spesso accadere che l’irreperibilità sia già nota, perché rilevata in seguito alle ricerche disposte in occasione della notifica di precedenti atti, come l’avviso di conclusione delle indagini preliminari (articolo 415-bis del Codice di procedura penale). In queste ipotesi, in sede di udienza preliminare, se permane l’assenza dell’imputato (e a fronte della regolarità della notifica dell’avviso di udienza preliminare presso il difensore), è necessario disporre il rinvio dell’udienza per tentare la notifica all’imputato personalmente a cura della polizia giudiziaria, come prevede il nuovo articolo 420-quater del Codice di procedura penale.
Le successive, periodiche ricerche disposte dal giudice in base all’articolo 420-quinquies saranno effettuate negli stessi luoghi indicati nell’articole 159 del Codice di procedura penale; ma questo adempimento, in molti casi, si risolverà in una garanzia solo formale, se analoghe ricerche abbiano già fondato il decreto di irreperibilità nel corso delle indagini preliminari.
La nuova disciplina sulla sospensione del procedimento, inoltre, si applica anche alla fase dibattimentale, a fronte del decreto di irreperibilità emesso dal Gip se l’imputato, presente all’udienza preliminare, è assente alla lettura del decreto di rinvio a giudizio e si è poi reso irreperibile, vanificando il tentativo di notifica del decreto medesimo.
Per converso, la dichiarazione di contumacia conserva efficacia nei processi in cui, al 17 maggio scorso, l’udienza preliminare e il rinvio a giudizio si sono già compiutamenti esauriti. Ma se l’imputato compare successivamente, gli adempimenti processuali saranno regolati dalla nuova disciplina.
Resta, tuttavia, il dubbio su come regolare i casi in cui, al 17 maggio, l’imputato sia già stato dichiarato contumace all’apertura dell’udienza preliminare. Secondo il principio tempus regit actum, il processo dovrebbe proseguire fino alla verifica del contraddittorio all’apertura del dibattimento. Invece, la nuova disciplina imporrebbe la sospensione del processo in base all’articolo 420-quater del Codice di procedura penale. Una lettura attenta alle garanzie dell’imputato (e all’opportunità di risparmiare attività in processi il cui destino è il “binario morto” della sospensione), potrebbe indurre a un’applicazione anticipata delle nuove disposizioni. Ciò, tuttavia, imporrebbe analoga sospensione ai processi, già arrivati a dibattimento, che, al 17 maggio, stiano proseguendo nei confronti di imputati dichiarati contumaci dopo la verifica della regolare costituzione delle parti rinnovata in apertura di dibattimento.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’anno del Covid si porta via, oltre ai tanti morti, 150 miliardi di Pil. Ma oggi si può dire che...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Forte crescita dell’attività di private equity nei primi due mesi dell’anno. Secondo il dodices...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Goldman Sachs ha riavviato il suo trading desk di criptovalute e inizierà a trattare futures su bit...

Oggi sulla stampa