Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Alla Bce il 24% dei titoli italiani 2020

Con la riapertura del piano di riacquisti di attività decisa un mese fa la Banca centrale europea (Bce) si è garantita un ruolo da protagonista sul mercato dei titoli di Stato europei anche per gli anni a venire. Sommando le nuove operazioni (20 miliardi al mese, fino a 14 dei quali sui bond pubblici) e quelle necessarie per rimpiazzare i titoli nel frattempo scaduti e le cedole maturate, Francoforte è infatti pronta a coprire un terzo delle emissioni lorde stimate per il 2020 nell’Eurozona, secondo i calcoli di UniCredit Research. Se si tiene conto di quanto gli Stati devono necessariamente collocare per rimpiazzare i bond giunti a maturazione, per alcuni Paesi come la Germania o i Paesi Bassi la Bce rastrellerà un quantitativo superiore o addirittura doppio rispetto al nuovo fabbisogno netto, cosa che potrebbe creare ulteriori pressioni su un mercato già di per sé teso. Diverso il discorso per Francia, Spagna e Italia, dove tuttavia l’Eurotower contribuirà a coprire una parte significativa dell’ammontare collocato. Fra nuovi acquisti (24 miliardi circa) e quanto serve a sostituire titoli scaduti e reinvestire cedole (quasi 34 miliardi) la mano di Francoforte ritirerà quasi un quarto (24%) dei circa 240 miliardi che in base alle stime di UniCredit il Tesoro italiano dovrebbe complessivamente mettere in circolo il prossimo anno: una mano «amica».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Siamo certamente partiti con il piede giusto». Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellan...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«L’intervento del Pnrr si colloca nel solco degli sfidanti obiettivi definiti in sede europea e n...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Squadre di lavoro ad hoc per asili e i nuovi “ospedali di comunità”. Si avvia la fase operativa...

Oggi sulla stampa