Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Alitalia, l’ultimo confronto tra Etihad e banche

Finora a trattare erano stati advisor e intermediari, ma dopo la conclusione della due diligence , la settimana scorsa, ora si entra nella fase operativa. I vertici delle due società stanno lavorando al business plan, che ha come obiettivo prioritario il focus sui collegamenti intercontinentali. Certo, gli «scogli» lungo il percorso per vendere il 40% di Alitalia ad Etihad restano tanti, dal personale all’indebitamento, ma sono «tutti superabili», riferiscono fonti vicino al negoziato. Sulla forza lavoro si starebbe discutendo su quale formula tecnica adottare: Etihad punterebbe a chiedere esuberi (convertendo la Cig a rotazione o la solidarietà in cig a zero ore) da un minino di 2.500 ad un massimo di circa 3.100, coinvolgendo i circa 900 dipendenti che stanno facendo la cig a zero ore su base volontaria e quelli coinvolti dall’ultimo accordo di febbraio (1.437 con Cig a rotazione nel personale di terra e 800 contratti di solidarietà nel personale di volo). Quanto alla questione del debito, Etihad vorrebbe una ristrutturazione per almeno 400 milioni. Quindi impegni e sacrifici per tutti, con le banche (azioniste e creditrici) in prima fila. Ma, da parte italiana, continua a prevalere l’ottimismo che alla fine prevarrà il buon senso e l’accordo tra Alitalia ed Etihad si farà. Meno ottimisti i sindacati, allarmati dall’incertezza e dalle indiscrezioni.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Almeno per ora il pericolo è scampato. Ma è difficile capire quanto ancora la rete di protezione l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Mario Draghi ha deciso di scrivere personalmente il nuovo Recovery Plan italiano. Lo farà insieme a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Gli sherpa sono al lavoro per invitare Mario Draghi nella capitale francese. Emmanuel Macron vorrebb...

Oggi sulla stampa