Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Alitalia, l’acquirente entro aprile

Entro il mese di aprile dovrà essere individuato l’acquirente per Alitalia. E «non sarà una svendita, perché oggi la compagnia attira un forte interesse, sicuramente superiore a qualche tempo fa»: lo ha riferito il commissario Luigi Gubitosi in un’intervista radiofonica. «La procedura stabilita con il ministero che ci supervisiona e con il comitato di sorveglianza parla del 30 aprile come data entro cui completare la procedura di individuazione dell’offerta più interessante per Alitalia. Si tratta di trovare una soluzione sostenibile che abbia maggiori vantaggi per il paese e per Alitalia: con adeguati mezzi la compagnia può diventare un motore di sviluppo formidabile».

Gubitosi ha ricordato che vi sono stati diversi incontri con i soggetti interessati. «Valutare una compagnia come Alitalia richiede tempo: non stiamo vendendo un palazzo ma un soggetto vivo, è un’azienda con persone». Le elezioni del 4 marzo sono un ulteriore freno: «Non credo sia sbagliato dire che i nostri interlocutori siano interessati a capire cosa succede in Italia, a capire se cambia o se viene mantenuta la stessa direzione da parte del governo che ci sarà».

Quanto allo stato di salute della compagnia, «Alitalia va meglio, non va bene: abbiamo ridotto la perdita in maniera importante, ma stiamo ancora perdendo. Otto mesi non bastano a sistemare una decina d’anni di problemi. È stato importante non dover fare una svendita», ha proseguito il commissario, «ma è importante non sottovalutare nel lungo periodo che per Alitalia è importante trovare una soluzione definitiva». Viene comunque esclusa una vendita spezzatino: «Noi, al momento, stiamo lavorando per vendere l’aviation block, cioè tutte le attività attuali, mentre l’handling potrebbe prendere una sua via separata, come sta succedendo in molte parti del mondo. Però, il resto, noi riteniamo che debba andare insieme».

Gubitosi si è detto ottimista per un’integrazione commerciale con Fs: «A noi farà piacere vendere sul nostro sito un viaggio integrato: cioè, qualcuno che da New York vuole andare a Rieti, comprerà il biglietto New York-Roma e poi il proseguimento in treno. Si potranno fare cose insieme».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non ha tempi, non ha luoghi, non ha obbligo di reperibilità: è lo smart working di ultima generazi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Sono entusiasta di essere stato nominato ad di Unicredit, un’istituzione veramente paneuropea e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il primo annuncio è arrivato all’ora di pranzo, quando John Elkann ha rivelato che la Ferrari pre...

Oggi sulla stampa