Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Al via le iscrizioni per il 5‰

Via libera al 5 per mille 2012 che apre le iscrizioni il 21 marzo. I portali telematici di Entratel e di Fisconline, gestiti dalle Entrate, da oggi saranno pronti per accogliere le candidature degli enti e delle associazioni interessate. La maggiore novità della campagna 2012 riguarda la partecipazione di enti che svolgono attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici. La campagna di iscrizione si chiude il 30 aprile 2012 per gli enti della ricerca scientifica e sanitaria. Tempi leggermente più lunghi, invece, per il volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche, che possono presentare le loro domande entro il prossimo 7 maggio.

Iscrizioni al 7 maggio. Gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche, per i quali l'Agenzia delle entrate cura la predisposizione degli elenchi, hanno tempo fino al 7 maggio per presentare la domanda d'iscrizione esclusivamente in via telematica. La procedura deve essere ripetuta anche dagli enti che si erano iscritti negli anni scorsi. In alternativa si può ricorrere a un intermediario abilitato.

Elenchi consultabili online: il primo il 14 maggio. Gli elenchi provvisori degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche saranno predisposti tenendo conto delle domande di iscrizione inviate telematicamente. Una prima versione provvisoria dei quattro elenchi sarà consultabile online sul sito internet dell'Agenzia delle entrate a partire dal 14 maggio del 2012.

Adempimenti post-iscrizione, spazio alla dichiarazione sostitutiva. Riguardo le fasi successive all'iscrizione, il documento di prassi ricorda che, entro il 30 giugno 2012, i legali rappresentanti degli enti iscritti nell'elenco del volontariato devono sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva che attesti il perdurare dei requisiti per l'ammissione al beneficio. La regolarizzazione. L'articolo 2, comma 2, del decreto semplificazioni fiscali (dl n. 16/2012) consente agli enti che non hanno assolto in tutto o in parte, entro i termini di scadenza, agli adempimenti richiesti, di regolarizzare la propria posizione ed essere ammessi al riparto delle quote. Per ottenere ciò è necessario che i richiedenti abbiano i requisiti sostanziali richiesti; presentino le domande di iscrizione e provvedano alle successive integrazioni documentali entro il 30 settembre; versino contestualmente una sanzione di 258 euro. Questa possibilità vale a decorrere dall'esercizio finanziario 2012.

L'errore formale trova la soluzione. Per rimediare a eventuali errori di iscrizione rilevati negli elenchi, i rappresentanti degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche devono rivolgersi, entro il 20 maggio 2012, alle direzioni regionali competenti dell'Agenzia delle entrate. Una volta verificate le richieste di correzione, entro il 25 maggio successivo, l'Amministrazione pubblicherà, una nuova versione aggiornata degli elenchi.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Alla fine, dopo un consiglio sospeso e riaggiornato a ieri pomeriggio, l’offerta vincolante per l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scatta l’operazione-pulizia del Recovery Plan. Dal primo giro di orizzonte del gruppo di lavoro di...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Negli ultimi giorni, la stampa è entrata improvvisamente nel mirino di alcuni governi in Europa del...

Oggi sulla stampa