Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Al via il BTp formato famiglia

di Isabella Bufacchi

Il paniere dei titoli di Stato si arricchisce dal prossimo 19 marzo di un nuovo strumento, il "BTp Italia": il primo BTp indicizzato all'inflazione italiana, il primo acquistabile in asta via internet tramite la piattaforma elettronica Mot, il primo a riconoscere un "premio di fedeltà", il primo a quattro anni. Il primo, alla luce di tutto ciò, ad essere ideato e progettato dal Tesoro per «attrarre le famiglie», per «rivitalizzare» gli acquisti dei risparmiatori nei titoli dell'«imponente» debito pubblico.
«Chi si ferma è perduto». Così, in una battuta, Maria Cannata, direttore al ministero dell'Economia responsabile della gestione del debito pubblico, ha sintetizzato ieri alla presentazione del nuovo BTp la politica del Tesoro rivolta alla ricerca continua di strumenti sempre più efficaci ed efficienti. «Il Tesoro è sempre stato all'avanguardia nella metodologia della gestione del debito pubblico», ha sottolineato il viceministro Vittorio Grilli. La temperatura segnata dal "termometro" dello spread BTp-Bund mostra che «nell'ultimo periodo sono stati fatti progressi», ma per Grilli «non è detto che la situazione sia risolta». Anche per questo «non ci sono tesoretti», spiega in serata a "Ballarò", ricordando che l'aumento dell'Iva al 23% dal 1° ottobre «è già nella legge salva-Italia».
In via Venti Settembre la linea resta quella di «continuare a lavorare», «anche se abbiamo la chiara sensazione che non siano solo gli italiani a comprare nelle ultime settimane, ma che ci sia il ritorno degli stranieri». Il viceministro ha poi spiegato, in risposta a una domanda sul ritorno dei BTp standard extra-lunghi, che «la curva sta ritrovando la normalità, non è questo il momento di forzare ma di seguire il mercato».
È al vento che soffia nel portafoglio del risparmiatore e delle famiglie, che guarda il BTp Italia, con il suo taglio minimo di 1.000 euro e multipli di 1.000 che però, a differenza del buono postale, per Maria Cannata resterà aperto anche agli acquisti degli investitori istituzionali, come le compagnie di assicurazione e i fondi pensione.
Numerose le novità del nuovo titolo, che sarà emesso il 19 marzo con collocamento chiuso il 22 marzo. Il risparmiatore potrà acquistarlo in asta con il metodo tradizionale dello sportello bancario o «da casa», tramite qualsiasi homebanking abilitato alle funzioni del trading online, utilizzando la piattaforma Mot di Borsa Italiana-London Stock Exchange già leader mondiale nella distribuzione al retail di strumenti obbligazionari, con 185 miliardi di titoli di Stato italiani negoziati nel 2011. Il fatto che il BTp-I sia venduto con un'asta telematica mirata al retail è importante perché questa tecnica potrebbe neutralizzare la predominanza degli investitori istituzionali, che dominano le aste tradizionali. Banca Imi e Unicredit bank garantiranno i prezzi (che potranno andare sopra o sotto la pari) sul secondario.
Nato in alternativa al BTp€i indicizzato all'inflazione europea, il BTp Italia è agganciato all'inflazione italiana misurata dall'Istat sull'indice nazionale dei prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati (FOI), tabacchi esclusi. La durata di quattro anni è innovativa, per un investimento di medio termine con remunerazione sempre allineata all'evoluzione del costo della vita. Chi lo acquista in asta e lo detiene fino a scadenza ottiene il premio di fedeltà pari al 4 per mille lordo sul valore nominale dell'investimento (non rivalutato).
La peculiarità del BTp-I sta nella cedola semestrale che prevede la rivalutazione del capitale ogni sei mesi a differenza del BTp€i che rivaluta il capitale in un'unica soluzione a scadenza (penalizzando l'investitore nel caso di deflazione). Il BTP Italia con la deflazione paga il tasso reale minimo grazie a un floor, perché nel calcolo del rendimento il capitale non scende mai sotto la pari. Il BTp Italia infine viene emesso alla pari, 100 e per ammontari a "rubinetto", senza limite, per soddisfare integralmente la domanda.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vasto entusiasmo ha suscitato la recente pronunzia della Corte di Giustia Ue, con la conferma del gi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ha scelto la giornata delle donne Mario Draghi per il suo secondo discorso pubblico da presidente de...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le obbligazioni assunte nell’esercizio dell’attività d’impresa o professionale, per «nozione...

Oggi sulla stampa