Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Aiuti ai brevetti ai blocchi

Sulla rampa di lancio le agevolazioni di «brevetti+ 2», che partono martedì 6 ottobre 2015 alle ore 12. Per richiedere gli incentivi di brevetti+ 2 è necessario registrarsi alla piattaforma online di Invitalia indicando un indirizzo di posta elettronica ordinario e accedere all’aria riservata per compilare on line il project plan e inviarlo, completo della documentazione richiesta, all’indirizzo brevettiplus@pec.invitalia.it. Queste le istruzioni per la presentazione della domanda per l’accesso agli oltre 30 milioni di euro per il bando brevetti+ 2 redatte dal ministero dello sviluppo economico. Il nuovo incentivo, gestito da Invitalia, sostiene i brevetti presentati dal 2012 (per gli spin-off) o dal 2013 (per le imprese) e si aggiunge alle altre due tipologie di finanziamenti della misura brevetti+. È previsto un contributo a fondo perduto fino a 140 mila euro, che non può superare l’80% dei costi ammissibili. Per gli spin-off universitari le agevolazioni possono arrivare al 100% dei costi ammissibili. Il project plan dovrà essere compilato on line collegandosi all’indirizzo brevetti+ 2 di Invitalia e sarà pubblicato dal 6 ottobre 2015. Bisognerà poi scaricarlo e inviarlo, insieme a tutti i documenti richiesti, all’indirizzo brevettiplus@pec.invitalia.it. La documentazione dovrà essere firmata dal legale rappresentante dell’impresa e includere gli allegati indicati nel project plan. Per concludere la presentazione della domanda sarà necessario un account di posta elettronica certificata Invitalia esaminerà le domande in base all’ordine di arrivo. La valutazione prevede anche un incontro tra l’impresa e gli esperti di Invitalia. La documentazione allegata alla Pec del mittente dovrà essere scansionata ed ogni documento dovrà essere firmato in formato digitale. Sarà facoltà dell’agenzia richiedere visione dell’originale in qualsiasi momento. Tutti i documenti amministrativi provvisti di firma digitale dell’Amministrazione emittente potranno essere inoltrati in allegato alla Pec. Andrà scansionato, allegato e sottoscritto in formato digitale anche copia del documento in corso di validità del legale rappresentante dell’impresa proponente. Le richieste di erogazione dovranno essere presentate esclusivamente a mezzo Pec all’indirizzo brevettiplus@pec.invitalia.it e saranno sottoposte ad un’attività di controllo tecnico ed amministrativo. Le agevolazioni potranno essere richieste in due soluzioni. La prima, potrà essere presentata, alternativamente e a scelta dell’impresa beneficiaria a titolo di anticipazione per un importo compreso tra il 30 e il 50% dell’agevolazione concessa – richiedibile anche contestualmente alla firma dell’atto di concessione del contributo – previa presentazione di idonea fideiussione bancaria o polizza assicurativa a favore di Invitalia. La seconda, a saldo, potrà essere presentata a fronte dell’avvenuta conclusione delle attività. La richiesta di saldo dovrà includere le fatture quietanzate delle spese ammesse e una relazione finale che evidenzi la piena realizzazione del progetto e i risultati riscontrabili e misurabili.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’Europa è pronta a smembrare i colossi del Web che non rispetteranno le nuove regole sul digital...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Nessuna autorizzazione preventiva, o per meglio dire nessuna esenzione in bianco per salire oltre il...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Invenzioni, brevetti, e altre opere dell’ingegno sono sempre più un pilastro dell’economia mode...

Oggi sulla stampa