Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Air France-Klm alza il sipario sull’iter per Alitalia

Dopo la manifestazione di interesse di Air France, oggi a Parigi è previsto un incontro con i commissari di Alitalia. I francesi chiedono di poter accedere alla data room per vedere i numeri della ex compagnia di bandiera e valutare se poi formalizzare un’offerta.
La scorsa settimana Air France-Klm aveva smentito di aver presentato un’offerta per Alitalia; il gruppo finora ha solo manifestato interesse. La conferma è contenuta in una lettera inviata ai commissari da easyJet che parla dell’interesse anche di Air France; la low cost britannica figura, infatti, tra la trentina di pretendenti che avevano risposto al bando originario, ed è il mittente della missiva poichè sul piano formale è prevista la candidatura di nuovi soggetti (come Air France) in cordata con gli operatori che hanno preso parte alla prima fase della procedura. Torna in pista, dunque, Air France che ad aprile del 2008 ritirò l’offerta per Alitalia dopo la rottura delle trattative con i sindacati, ma anche a causa dello scenario politico che si stava prefigurando, visto che il futuro premier Silvio Berlusconi si giocò la campagna elettorale in nome della difesa dell’italianità della compagnia aerea, che si materializzò poi nella creazione di una cordata di “capitani coraggiosi” che si costituì nella Cai.
In Francia resta molta cautela sul dossier Alitalia tanto che venerdì, sulla stampa francese, un consigliere aveva detto che nessuna offerta era approdata in cda, passaggio obbligato. In parallelo anche Delta Air lines è interessata, e intende accedere alla data room con i dati sensibili della compagnia, per valutare se presentare un’offerta. Non sfugge certo che i forti legami che legano i due pretendenti: Delta ha il 10% di Air France che, a sua volta, ha comprato il 31% di Virgin Atlantic nella quale Delta è il maggior investitore. Probabile che, una dopo l’accesso separato alla data room di Alitalia, le due compagnie se decideranno di presentare un’offerta, lo faranno congiuntamente, costituendo un’alleanza probabilmente proprio con easyJet.
La scorsa settimana i commissari sono andati a Francoforte per incontrare i vertici di Lufthansa che attende di vedere le prossime mosse del competitor Air France per eventualmente rimodulare l’offerta che è stata ritenuta insoddisfacente da governo e commissari. Lufthansa ha respinto la proposta di avviare in tempi rapidi una trattativa in esclusiva condizionando l’acquisizione di Alitalia alla precedente ristrutturazione da parte dei commissari. Sempre la scorsa settimana i commissari a New York hanno incontrato i manager del fondo di investimento Cerberus, dotato di ingenti capitali che – diversamente dagli altri candidati che mirano ad acquisire solo il lotto Aviation (trasporto aereo e manutenzione)- punta ad acquisire tutta l’Alitalia. Ma per il controllo Cerberus dovrà trovare un partner comunitario, altrimenti potrà ambire al massimo al 49%.

Giorgio Pogliotti

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ultimo miglio con tensioni sul piano italiano per il Recovery Fund. Mentre la Confindustria denuncia...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le diplomazie italo-francesi sono al lavoro con le istituzioni e con le aziende di cui Vivendi è un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La tempesta del Covid è stata superata anche grazie alla ciambella di salvataggio del credito, ma o...

Oggi sulla stampa