Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

«Aggregazioni? Per ridurre l’impatto Covid»

«L’impatto del Covid-19 sarà strutturale sulle banche. Solo nel primo trimestre in Ue hanno accantonato 25 miliardi, il triplo de 2019. E oltre la metà è legato agli effetti della pandemia. Da qui la necessità di cambiamenti profondi nell’efficienza e nella digitalizzazione. Le fusioni, auspicate anche da Bce, possono aiutare in termini di taglio di costi e maggiori ricavi», dice Marina Brogi, ordinario alla Sapienza di economia degli intermediari finanziari, che ha curato il position paper appena uscito dell’associazione italiana dei financial industry risk manager (Aifirm) in collaborazione con Oliver Wyman. «Le aggregazioni aiuteranno in quanto consentono di valorizzare punti di forza che non tutte le banche hanno e che si traducono anche in sinergie da ricavo. In particolare sono le piccole a essere viste come più vulnerabili». La mossa di Intesa Sanpaolo su Ubi va su questa linea: «Il board di Ubi ha giocato nell’interesse dei soci, e infatti Intesa ha rilanciato. La dimensione minima oggi per stare sul mercato è maggiore, dato che molti servizi si comprano in remoto. Da qui la necessità di consolidamento e fusioni, più probabili quanto più la governance sarà al servizio della strategia, non viceversa».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Contro le previsioni, anche il fondo Bluebell avrebbe raggiunto la soglia minima del capitale Mediob...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doppio cda, per rispondere al governo. Oggi si riunirà prima Aspi, poi Atlantia. Non è detto che l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

llimity Bank ha finalizzato due nuove operazioni nel segmento 'senior financing' per un ammontare co...

Oggi sulla stampa