Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Aeroporti del Nord contro Alitalia: pochi voli

La scure di Alitalia in versione Etihad si abbatte su Torino e su tutto il Nord Italia. Dal primo ottobre cancellati i collegamenti dal Sandro Pertini verso il Sud e le isole. Addio ai voli con Alghero, Bari, Catania, Lamezia Terme, Reggio Calabria e Palermo. E chi vuole raggiungere il Meridione dovrà passare da Fiumicino. Una riorganizzazione che non interessa solo Caselle, ma tutti gli aeroporti del Nord, da Genova a Verona, da Venezia a Trieste. E a Milano voli ridotti.

Il sindaco di Torino e presidente dell’Anci, Piero Fassino, ha scritto una lettera al premier Matteo Renzi e al ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, per chiedere un intervento. Ed oggi incontrerà l’ad di Alitalia, Gabriele Del Torchio, con l’obiettivo di arrivare almeno ad una moratoria sui tempi di applicazione del nuovo piano. «Non sta a noi giudicare le scelte di Alitalia da un punto di vista strategico, ma come sindaco dico che rappresentano un grosso disagio — sottolinea Fassino — Caselle e tutti gli aeroporti toccati dovrebbero avere il tempo di riorganizzare le rotte». In gioco c’è la mobilità delle persone. «Ho ricevuto telefonate dai colleghi di Genova, Trieste e Bologna. Interverrò su Alitalia per chiedere una modifica delle decisioni», sottolinea il presidente dell’Anci.
Torino non avrà più collegamenti diretti con la Calabria, attraverso Lamezia e Reggio, mentre sulle altre destinazioni operano compagnie alternative (Ryan Air, Volotea, Meridiana) ma ci sarà una riduzione delle frequenze. Insorge contro le scelte di Alitalia anche il presidente del Piemonte, Sergio Chiamparino: «Ci coordineremo per decidere insieme le azioni comuni nei confronti del governo per cercare di limitare l’inconcepibile perdita della quasi totalità dei collegamenti nazionali dall’aeroporto di Caselle».
L’amministratore delegato del Sandro Pertini, Roberto Barbieri, ha aperto trattative con Ryan Air, Volotea, Meridiana, ma i tempi sono stretti. «Le rotte tagliate per altre compagnie sono un’opportunità — dice — ma i tempi ridotti tra le scelte del cda di Alitalia e la soppressione dei collegamenti mette gli aeroporti in difficoltà».
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Come se fossimo tornati indietro di sei mesi, il governo si divide tra chi vuole subito misure anti-...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Arriva la firma del premier Conte al decreto di Palazzo Chigi che autorizza la scissione degli 8,1 m...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doppia proroga della cassa integrazione per l’emergenza Covid-19 per assicurare la copertura fino ...

Oggi sulla stampa