Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

«Addio a Meridiana Si apre l’era Air Italy»

«Saremo gli unici a brillare sui cieli italiani». Akbar Al Baker, ad di Qatar Airways, chiude così la conferenza stampa e l’era Meridiana: la compagnia aerea sarda lancia la sfida ad Alitalia, cambia strategia, flotta, livrea e nome. Si apre l’epoca di Air Italy. Con Malpensa nuovo cuore operativo:«Vi porterò molti passeggeri», sussurra Al Baker ai vertici di Sea (la società che gestisce gli scali lombardi), il presidente Pietro Modiano e il ceo, Giulio De Metrio.

Di proprietà di AQA Holding (51% di Alisarda, 49% di Qatar Airways), Air Italy nei piani di Al Baker «dovrà diventare un’icona italiana». Che in cifre si traduce, secondo il presidente di Meridiana Francesco Violante, «in 10 milioni di passeggeri l’anno nel 2022». Grazie anche alle macchine: si parte da aprile-maggio con 8 aerei, per arrivare a 50 velivoli, tutti Boeing. «I nostri sono i prodotti più competitivi sul mercato», commenta Antonio De Palmas, presidente di Boeing Italia.

«Vogliamo diventare il brand numero uno in Italia — chiarisce l’ad del vettore qatariota — e abbiamo le risorse per farlo: sarà la qualità di Qatar Airways calata nella realtà italiana». Il valore dell’investimento di Doha resta top secret, mentre Al Baker annuncia che «il 20% degli utili di Air Italy sarà distribuito ai dipendenti».

Malpensa sarà lo snodo tra l’Italia (Roma, Napoli, Palermo, Catania, Lamezia Terme) e l’estero. Come gli Usa (New York, Miami per iniziare) e l’Asia (Bangkok, da settembre). «Diventeremo il vettore di riferimento per lo scalo milanese», ragiona Marco Rigotti, presidente di Alisarda. «Entro l’anno annunceremo altre rotte di lungo raggio», anticipa Al Baker. Il target è di una cinquantina di destinazioni. Comprese quelle da Roma Fiumicino (tutte extra europee) grazie a un piano di sviluppo quinquennale con Adr. Linate ne esce ridimensionata. «Lavoreremo per costruire un’azienda efficiente — sottolinea —. Del resto Meridiana non ha subìto una ristrutturazione».

Leonard Berberi

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa