Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Addio borghesia e operai ecco le 9 nuove classi sociali

Una società disgregata e chiusa in fortini inespugnabili. In Italia i figli della classe dirigente vanno all’università e diventano a loro volta classe dirigente, i figli degli operai stentano in un mercato del lavoro che vede crescere soprattutto le professioni non qualificate e scomparire quelle “intermedie”. La piccola borghesia e la classe operai si dividono in sottogruppi, perdono l’identità, il senso di appartenenza, rileva il 25° Rapporto Annuale dell’Istat. «In assenza di mobilità sociale, la frammentazione si è cristallizzata e le diseguaglianze sono aumentate », spiega il presidente Giorgio Alleva. L’Istat propone una nuova “classificazione” della società italiana: nove gruppi distinti per reddito, comportamenti, titolo di studio, professione. Gruppi sociali che si distinguono anche per le opportunità di cui godono, o dalle quali sono esclusi: la classe dirigente vive nelle grandi città, va al cinema, a teatro, viaggia, ha la laurea, guarda poco la televisione. Le famiglie a basso reddito con stranieri spendono oltre la metà del reddito per il cibo e l’abitazione. Se si divide la popolazione in “quinti” di reddito, al quinto più povero spetta appena l’8% della spesa totale, al più ricco il 39%. E siccome poi la società italiana invecchia, si conquistano una classe sociale tutta per loro i pensionati d’argento, che possono permettersi uno stile di vita leggermente migliore anche rispetto alle famiglie di impiegati, che pure si confermano relativamente benestanti nel nuovo panorama italiano. «I gruppi sociali individuati dalle nostre analisi hanno carattere strutturale. E tendono a perpetuarsi nel tempo», dice Alleva. Anche perché il welfare redistribuisce poco, e male. Infatti l’indicatore di grave deprivazione materiale passa all’11,9%, dall’11,5% del 2015, mentre le famiglie a rischio di povertà ed esclusione sociale diventano il 28,7% della popolazione.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Intesa Sanpaolo mette a disposizione 400 miliardi di euro in crediti a medio-lungo termine a fianco ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un sostegno per tutti i lavoratori (dipendenti, autonomi, saltuari), tutte le imprese (grandi e picc...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Joe Biden punta a raddoppiare il prelievo fiscale sui capital gain, le plusvalenze realizzate sugli ...

Oggi sulla stampa