Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Accordo Ubi-Alibaba nella gestione di fondi monetari

Accordo tra Ubi Banca e il colosso dell’e-commerce Alibaba. Il fondo cinese Zhong Ou Asset Management, partecipato al 25% da Ubi Banca, è stato selezionato quale gestore di uno dei nuovi fondi offerti sulla piattaforma finanziaria del gigante dell’e-commerce cinese.
Ant Financial Services Group, come è denominata la piattaforma finanziaria di Alibaba, ha infatti optato per il fondo Zhong Ou nominandolo come tra i 4 nuovi fondi di liquidità che arricchiscono l’offerta della piattaforma di wealth management del Gruppo, Yu’e Bao (oltre 400 milioni di utilizzatori). In un nota, la banca segnala come nei primi di due mesi di attività del nuovo fondo, Zhong Ou Asset Management abbia registrato nuovi flussi in entrata per circa 8 miliardi di euro, provenienti da oltre 4 milioni di clienti.
Ant Financial Services Group, come noto, è la società di servizi finanziari e pagamenti online del gigante di e-commerce Alibaba, che gestisce Alipay, una delle principali piattaforme di pagamento on-line e mobile al mondo.Tramite Alipay è possibile accedere alla piattaforma di gestione on–line di denaro Yu’e Bao, disegnata per gestire tramite fondi di money market le giacenze dei clienti destinate agli acquisti ed ai pagamenti online. Il primo fondo disponibile su Yu’e Bao, costituito nel 2013 e distribuito on-line, è divenuto in soli 5 anni uno dei più importanti fondi di money market al mondo. «Visto il successo conseguito – spiega la banca – si è reso necessario incrementare la gamma di fondi disponibili, per poter offrire soluzioni di qualità – al contempo diversificando il rischio – ad una clientela sempre crescente». Nei due mesi di maggio e giugno 2018, Yu’e Bao ha dunque aggiunto 4 nuovi fondi al fondo già esistente, la cui gestione dunque è stata affidata a operatori di rilievo tra cui Zhong Ou Asset Management.
Ubi, con il suo 25%, rappresenta il maggior azionista individuale di Zhong Ou Am, mentre il 31,7% del capitale è detenuto dai manager della società mentre la restante quota appartiene ad alcuni gruppi finanziari cinesi. Il fondo, che ha sede a Shanghai, a fine giugno contava 36,5 miliardi di euro, quota che lo porta al 31° posto per masse gestite fra le 122 società di gestione del risparmio in Cina, al 21° per fondi a gestione attiva.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ultimo miglio con tensioni sul piano italiano per il Recovery Fund. Mentre la Confindustria denuncia...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le diplomazie italo-francesi sono al lavoro con le istituzioni e con le aziende di cui Vivendi è un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La tempesta del Covid è stata superata anche grazie alla ciambella di salvataggio del credito, ma o...

Oggi sulla stampa