Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Abilitazione per avvocati, nuova prova orale dal 20 maggio

Al via dal 20 maggio la nuova prova orale, sostitutiva dello scritta, per l’abilitazione alla professione di avvocato. La ministra della Giustizia Marta Cartabia ha firmato, a poche ore dalla conversione del decreto legge, il decreto ministeriale che, oltre alla data di partenza dell’esame, disciplina il sorteggio delle sottocommissioni, le forme di pubblicità, le modalità di comunicazione delle materie scelte e delle rinunce.

Per Cartabia, «è stato un grande sforzo collettivo e un bellissimo esempio di unità, nell’interesse dei nostri giovani». La ministra, nell’augurare “buon lavoro” ai quasi 26mila aspiranti avvocato e ai 1.500 membri delle sotto-commissioni esaminatrici, tiene a sottolineare come «abbiamo voluto consentire a così tanti giovani di non rinviare oltre un appuntamento così importante e atteso per la loro vita. Questo obiettivo è stato raggiunto con un grande sforzo organizzativo del ministero, dell’avvocatura, della magistratura e del mondo accademico; ma questo traguardo è stato possibile soprattutto grazie a tutte le forze politiche, che hanno dato prova di saper trovare punti di convergenza, nell’interesse dei giovani, in questo momento così complesso di pandemia. E con grande velocità hanno portato a compimento l’iter parlamentare».

Nei prossimi giorni, la tabella di marcia prevede i sorteggi per l’abbinamento delle Corti d’appello omogenee per numero di candidati e per l’assegnazione del candidato alla sottocommissione che lo esaminerà. Successivamente verrà delineato il calendario con il luogo, la data e l’ora per lo svolgimento della prova di esame, con la comunicazione al candidato almeno 20 giorni prima dello svolgimento.

La pubblicità delle sedute di esame che si svolgono con modalità di collegamento da remoto è garantita dalla possibilità di collegamento in contemporanea per l’intera durata della stessa da parte di tutti i candidati e da parte dei soggetti terzi che ne facciano richiesta nel limite di 40 partecipanti. È vietata la registrazione della seduta con qualsiasi mezzo. Durante lo svolgimento della discussione il candidato deve mantenere attivi microfono e telecamera; nel corso dell’esame non può essere utilizzata la messaggistica istantanea della riunione. Le altre persone collegate, diverse dai componenti della sottocommissione, devono invece disattivare i microfoni e telecamere.

Per esprimere la scelta delle materie di esame per la prima e per la seconda prova orale, il candidato deve accedere all’area personale, usando le credenziali in suo possesso, compilando l’apposito modulo. La mancata comunicazione delle materie per entrambe le prove verrà considerata come rinuncia alla domanda di partecipazione.

Per gli svolgimenti in presenza il candidato dovrà indossare la mascherina, non avere temperatura superiore a 37,5 gradi e comunque non dovrà avere sintomi Covid.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

A un certo punto della trattativa a un ministro dei 5 Stelle scappa detto che «qui crolla tutto»....

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Per la definizione di holding nel regime dei conferimenti di partecipazioni a realizzo controllato ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Va al rush finale la cessione della rete di consulenti di Deutsche Bank Financial Advisors, un netw...

Oggi sulla stampa