Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Cosa rischia chi viaggia?

 

1 Ho prenotato un volo in partenza nei primi giorni di maggio: i biglietti sono validi?

Per ora rimane tutto com’è: salvo nuove disposizioni il collegamento resta operativo. È altrettanto vero che — apprende il Corriere della Sera — ieri a diversi impiegati di aziende private, con biglietti confermati, è stato ri-prenotato il viaggio su altri vettori. Alitalia precisa che «il programma e l’operatività dei voli non subiranno al momento modifiche». Anche diverse aziende partner — che hanno voli in «codeshare», cioè in collaborazione — confermano che, almeno per le prossime ore, resta tutto come prima.

2 Vorrei volare da Milano a New York a luglio e non ho ancora fatto il biglietto. È prudente comprare il ticket Alitalia?

Allo stato attuale non è possibile rispondere, anche se secondo fonti aziendali ci sarebbero soldi sufficienti per 2-3 settimane. Intanto alcune aziende straniere con sedi in Italia stanno inviando comunicazioni interne in cui invitano i dipendenti a non acquistare ticket Alitalia per i prossimi viaggi in attesa che si chiarisca la situazione. «Per le nuove prenotazioni con tratte operate dalla compagnia tricolore non possiamo prenotare tramite il portale aziendale e dobbiamo parlare con una rappresentante dell’agenzia stessa», confida un manager.

3 Si possono prenotare voli sul sito della compagnia?

Sì. Ieri il Corriere ha effettuato diversi tentativi di acquisto con partenza nei mesi di luglio e agosto — su rotte nazionali, europee e intercontinentali — andati a buon fine. Ma questo non si traduce automaticamente in un volo operativo, dal momento che è tutto in fase di definizione.

4 La compagnia tricolore rischia di perdere la licenza?

Se questo dovesse accadere vorrebbe dire che gli aerei non possono volare. La decisione spetta all’Enac, l’Ente nazionale dell’aviazione civile. Ieri il presidente Vito Riggio ha dichiarato che l’ente «è disponibile a lasciare il certificato di operatore aereo (Coa) all’Alitalia in attesa che nell’arco di un paio di giorni venga nominato il commissario, dopodiché la licenza verrà sospesa e al commissario, verificato che abbia a disposizione le risorse sufficienti, verrà concessa un’autorizzazione temporanea rinnovata mese per mese».

5 Questo vuol dire che si potranno prenotare voli non oltre la durata dell’eventuale autorizzazione temporanea?

È un punto che l’Enac, interpellato dal Corriere , ha preferito non chiarire. L’ente si è limitato a ribadire la posizione ufficiale: «Al momento esistono le condizioni per il mantenimento della piena operatività di Alitalia, su cui l’ente continuerà a mantenere la propria vigilanza istituzionale in base alla normativa europea».

6 Questa situazione avrà conseguenze sulle prenotazioni?

Secondo gli esperti sì. Con un doppio effetto negativo sul piano economico. La vendita dei biglietti in calo si tradurrebbe in un prosciugamento non soltanto di quel che resta in cassa, ma pure di quello che arriverà dall’eventuale prestito ponte concesso dal governo.

7 È possibile pensare a «soluzioni tampone» per evitare disagi ai passeggeri nel caso in cui da un giorno all’altro dovesse verificarsi lo stop ai voli?

Sì. Un’opzione potrebbe essere quella di chiedere l’intervento di altre compagnie — per esempio Ryanair, EasyJet, Meridiana, Vueling — attraverso l’utilizzo di più aerei da e per l’Italia. Ma è uno scenario sul quale i vettori non si sbilanciano, in attesa di capire cosa succederà.

8 Sono un socio MilleMiglia, cosa succede ai punti che ho raccolto?

MilleMiglia è un programma fedeltà di Alitalia: ogni volta che volano con il vettore italiano o i suoi partner, gli iscritti ricevono dei punti. In linea teorica i «frequent flyer» — avendo maturato un credito nei confronti della compagnia — potrebbero richiedere di essere ammessi all’eventuale stato passivo, così da poter ottenere, nel caso in cui Alitalia dichiarasse fallimento, di recuperare il credito o una parte di esso. Ma nella pratica sarebbe un iter molto complicato.

9 Quali sono i numeri di MilleMiglia?

Secondo l’azienda i soci sono 5 milioni nel mondo di cui 3,3 milioni in Italia. Alitalia Loyalty — che gestisce il programma — è per il 75% di Etihad e il 25% di Alitalia. È considerata una miniera d’oro: nel 2015 ha registrato 14 milioni di euro di utile, +79% sull’anno prima.

10 Quale tipologia di passeggero danneggerebbe un’eventuale fallimento di Alitalia?

Sia nazionali che internazionali. Nel 2016, calcola l’Enac, con Alitalia hanno volato 12,8 milioni sulle rotte interne, 10,3 milioni su quelle estere. Alitalia risulta forte nelle tratte Fiumicino/Malpensa-Stati Uniti: secondo il Dipartimento Usa dei Trasporti nel periodo gennaio-ottobre 2016 hanno volato sulla compagnia italiana 817.143 passeggeri. Altra rotta importante è Roma-Tel Aviv: molti arrivano dal Nord America e atterrano nello Stato ebraico dopo la sosta a Fiumicino. Nel 2016 la maggior parte dei 677.453 viaggiatori tra i due scali è stato a bordo di Alitalia.

Leonard Berberi

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Non sapevo che Caltagirone stesse comprando azioni Mediobanca. Ci conosciamo e stimiamo da tanto t...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Primo scatto in avanti del Recovery Plan italiano da 209 miliardi. Il gruppo di lavoro "incardinato"...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Cina ha superato per la prima volta gli investimenti in ricerca degli Stati Uniti. Pechino è vic...

Oggi sulla stampa