Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La nuova vita delle Bcc

Aggiornamento del piano industriale nel prossimo autunno, mantenendo come orizzonte temporale il 2021; ulteriore accelerazione sul fronte npl, dopo averne ceduti per 3 miliardi negli ultimi 3 anni, comprendendo la cartolarizzazione di 700 milioni e la cessione di un portafoglio da 300 milioni, prevista entro fine anno; nessuna ipotesi di quotazione in Borsa. Sono le linee guida di Cassa Centrale Banca — la holding che dallo scorso 1° gennaio ha dato vita a un gruppo che riunisce 80 Banche di credito cooperativo, con 1.500 filiali e 11 mila dipendenti — così come illustrate ieri dal presidente, Giorgio Fracalossi, e dall’amministratore delegato Mario Sartori. «Avevamo un target npe ratio lordo all’8,8%, stiamo lavorando per migliorarlo al benchmark europeo tra 5 e 7%», ha spiegato Sartori presentando il bilancio 2018 chiuso per la holding con 97 milioni di utile e per l’aggregato (che comprende le Bcc che hanno aderito al neo gruppo) di 308 milioni. A fine 2018 Cassa Centrale Banca aveva un’incidenza dei crediti deteriorati lordi al 12,9% (in anticipo rispetto al target del 13,5%), oggi scesa al 10,6%-10,7%. Quanto, invece, alla quota in Iccrea (18%), la holding concorrente, Fracalossi è convinto che si troverà «una soluzione condivisa».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sono sessantasei i fascicoli di polizze infortuni in favore dei dirigenti di cui si sono perse le tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Questo shock senza precedenti potrebbe causare qualche vittima tra le banche». Un Ignazio Visco i...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Non sarà possibile avere il Recovery Fund in funzione dal primo gennaio 2021 e anche il Bilancio ...

Oggi sulla stampa