Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bitcoin sotto 7mila $ dopo il «flash crash»

Bitcoin è tornato sotto i 7.000 dollari, soglia riconquistata solo a fine agosto. La critptovaluta con la più grande capitalizzazione cede su Coinbase il 5% a 6.993 dollari. Come le altre principali valute digitali, Bitcoin ha subito un cosiddetto «flash crash» quando a New York erano le sei del mattino, le 12 in Italia, passando repentinamente da quasi 7.400 dollari a 7.100 e poi intorno ai 6.900 dollari. Anche Litecoin, Ethereum e Ripple hanno subito un crollo improvvismo simile, con Ethereum arrivato a cedere il 12% e le altre due a perdere oltre l’8%. Non sembra ci sia un motivo scatenante di questo sell-off. Forse, di fronte alla crisi dei mercati emergenti, prevale tra gli investitori l’avversione al rischio. Certo è che Bitcoin resta lontanissima dai 20mila dollari sfiorati lo scorso dicembre. I minimi del 2018 sono stati raggiunti il 29 giugno scorso a 5.845 dollari circa.
A far scatenare le vendite potrebbe essere stata anche l’indiscrezione, circolata ieri, sul fatto che Goldman Sachs sembra avere abbandonato i piani per aprire un desk dedicato al trading di criptovalute giudicando «ambiguo» il contesto regolatorio legato a prodotti come Bitcoin.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La seconda ondata non ha ancora raggiunto il picco, e già nasce la preoccupazione per la terza. «S...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il rating di legalità piace sempre di più alle imprese. È in aumento da anni, infatti, il numero ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La variabile del credito entra nella progettazione dei lavori agevolati. Non solo dal superbonus, ma...

Oggi sulla stampa