07.09.2012 Icon

Nullita’ della clausola statutaria per azione di responsabilita’ contro gli amministratori o i sindaci

Cass., 26 luglio 2012, Sez. III, n. 13279Massima: “Nullità della clausola dello statuto della società che attribuisce alla sola assemblea straordinaria la facoltà di proporre azione di responsabilità contro gli amministratori o i sindaci. (leggi la sentenza per esteso)

Con sentenza n. 13279/2012 del 26 luglio 2012,  la Suprema Corte di Cassazione ha statuito che è nulla la clausola dello statuto della società che attribuisce alla sola all’assemblea straordinaria la facoltà di proporre azione di responsabilità contro gli amministratori o i sindaci.

Ad avviso della Corte di legittimità, lo statuto non può derogare all’articolo 2364 del codice civile che stabilisce, tra l’altro, come nelle società prive del consiglio di sorveglianza sia proprio l’assemblea ordinaria a dover approvare il bilancio e a deliberare in merito alla responsabilità degli amministratori e sindaci.

Ad avviso del Suprema Corte di Cassazione quindi, merita di essere condivisa la motivazione già proposta nel secondo grado di giudizio secondo cui la clausola statutaria che attribuisce unicamente all’assemblea straordinaria la facoltà di proporre azione di responsabilità contro gli amministratori o i sindaci debba essere  affetta da nullità in quanto tesa a rendere più gravoso l’esercizio dell’azione di responsabilità stesso. Tale disposizione statutaria infatti contrasterebbe “con la norma di legge in commento, la cui ratio la Corte di merito ha fondatamente individuato, in coerenza con il disposto di altre norme codicistiche, nella esigenza di facilitare l’esercizio dell’azione di responsabilità”.

(Sergio Chisari – s.chisari@lascalaw.com)